Топ-100
Indietro

ⓘ Henri Alekan



Henri Alekan
                                     

ⓘ Henri Alekan

Nato a Parigi, Henri Alekan studia al "Conservatorio nazionale delle arti e dei mestieri" Conservatoire national des arts et métiers, poi all"Istituto dottica", seguendo intanto i corsi pratici presso la società cinematografica Pathé. Assistente operatore dal 1928 al 1940 tra gli altri di Eugen Schüfftan, raggiunse la celebrità durante la Resistenza francese con Operazione Apfelkern La bataille du rail 1946 di René Clément, e lo stesso anno con La bella e la bestia di Jean Cocteau. Lontano dallo spettacolarismo e da effetti ricercati, ma sempre al servizio del regista, Alekan è abile nel passare dal realismo alla poesia in I maledetti 1947 di René Clément, Gli amanti di Verona 1949 di André Cayatte, La vergine scaltra 1949 di Marcel Carné o in La via del rimorso Une si jolie petite plage 1949 di Yves Allégret, rivelandosi un vero maestro della fotografia in bianco e nero. Lavvento del colore non lo coglierà alla sprovvista, come mostrano Napoleone ad Austerlitz 1960 di Abel Gance o La principessa di Cléves La princesse de Clèves 1961 di Jean Delannoy.

In tempi più recenti, troviamo le memorabili fotografie de Lo stato delle cose 1982 e Il cielo sopra Berlino 1987, entrambi per la regia di Wim Wenders. Nel 1983 prese parte alla giuria del Festival di Cannes.

È sepolto nel cimitero di Montparnasse a Parigi.

Henri Alekan raccontò il suo approccio alla luce nel suo famoso libro Des lumières et des ombres.

                                     

1. Curiosità

In collaborazione con Patrick Rimoux, Henri Alekan ha progettato nel 1996 lilluminazione che è visibile in una delle scalinate in rue du Chevalier de la Barre a Montmartre a Parigi. Creata in fibre ottiche, questa installazione permanente rappresenta le costellazioni dal primo gennaio al primo luglio.

                                     

2. Filmografia parziale

  • La belle captive, regia di Alain Robbe-Grillet 1983
  • La bella e la bestia La Belle et la Bête, regia di René Clément e Jean Cocteau 1946
  • La battaglia di Austerlitz Austerlitz, regia di Abel Gance 1960
  • Vacanze romane Roman Holiday, regia di William Wyler 1953
  • Il frutto proibito, regia di Henri Verneuil 1952
  • Un bruit qui rend fou, regia di Dimitri de Clercq e Alain Robbe-Grillet 1995
  • Gli eroi sono stanchi Les héros sont fatigués, regia di Yves Ciampi 1955
  • Gli anni che non ritornano La Meilleure part, regia di Yves Allégret 1955
  • Frou-Frou, regia di Augusto Genina 1955
  • I maledetti Les Maudits, regia di René Clément 1947
  • Juliette o la chiave dei sogni Juliette ou La clef des songes, regia di Marcel Carné 1950
  • Rondini in volo Les petites du quai aux fleurs, regia di Marc Allégret 1944
  • Il papavero è anche un fiore Poppies Are Also Flowers, regia di Terence Young 1966
  • La regina Margot La reine Margot, regia di Jean Dréville 1954
  • Lo stato delle cose Der Stand der Dinge, regia di Wim Wenders 1982
  • La pupa del gangster, regia di Giorgio Capitani 1975
  • Golem - Lo spirito dellesilio Lesprit de lexil, regia di Amos Gitai 1991
  • Topkapi, regia di Jules Dassin 1964
  • Operazione Apfelkern La bataille du rail, regia di René Clément 1946
  • Casinò de Paris Casino de Paris, regia di André Hunebelle 1957
  • Mayerling, regia di Terence Young 1968
  • Perdizione La danseuse rouge, regia di Jean-Paul Paulin 1937
  • La vita è nostra La vie est à nous, regia di Jacques Becker, Jacques B. Brunius, Henri Cartier-Bresson, Jean-Paul Le Chanois, Maurice Lime, Jean Renoir, Pierre Unik e André Zwoboda 1936 - Documentario
  • La vergine scaltra La Marie du port, regia di Marcel Carné 1950
  • Il cielo sopra Berlino Der Himmel über Berlin, regia di Wim Wenders 1987
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →