Топ-100
Indietro

ⓘ Cartago (Costa Rica)




Cartago (Costa Rica)
                                     

ⓘ Cartago (Costa Rica)

Cartago è una città della Costa Rica, situata a circa 25 km a est della capitale del paese, San José, e può essere considerata parte della sua area metropolitana. Sorge a unaltitudine media sul livello del mare di 1435 metri, alle pendici del vulcano Irazú. La città è capoluogo della provincia omonima ma in passato ebbe un peso molto più consistente, sicuramente di primordine relativamente a quellarea geografica.

                                     

1.1. Geografia fisica Divisione amministrativa e dati demografici

La città propriamente detta non arriva a contare nemmeno trentamila abitanti.

Larea urbana di Cartago, che di fatto risulta unita alla ben più ampia conurbazione di San José, viene fatta corrispondere allomonimo cantone, che conta 147.300 abitanti la previsione per il 2008 è di 156.600. Larea urbana si estende in particolar modo su sette distretti: Oriental, Occidental che corrisponde allincirca al centro urbano, San Nicolás che si trova ad occidente e costituisce il varco della città, El Carmen a nord, San Rafael de Oreamuno, Dulce Nombre e San Francisco conosciuto anche come Aguacaliente.

                                     

1.2. Geografia fisica Posizione geografica e clima

Larea che fa capo a Cartago è conosciuta per la sua grande varietà di flora e fauna, e soprattutto per le dense foreste pluviali che ricoprono i fianchi delle montagne circostanti. Il paesaggio è dominato dalla mole dei vulcani Irazú e Turrialba, che distano - in linea daria - rispettivamente 12 e 19 chilometri. Grazie soprattutto allelevata altitudine, Cartago è reputata una delle città più fresche della nazione, godendo di un clima tropicale umido con temperature medie oscillanti tra i 12 e i 20 gradi. Precisamente, queste sono particolarmente miti durante il giorno, mentre tendono ad abbassarsi piuttosto drasticamente la notte.

                                     

2. Storia

La città assunse il ruolo di capitale coloniale nellanno 1561, quando i conquistadores spagnoli si spostarono dalla costa atlantica verso lentroterra, che presentava innumerevoli vantaggi: innanzitutto era caratterizzato da un clima decisamente più mite di quello costiero;

in secondo luogo - grazie alleffetto dei vulcani - ospitava terre di gran lunga più fertili, e inoltre perché era al riparo dalle frequenti scorrerie dei corsari finanziati dagli inglesi e supportati dai Miskitos, una popolazione indigena fusa con schiavi sfuggiti al controllo degli spagnoli. La città, se pur lentamente, prosperò; del resto proprio larea degli altipiani centrali, in cui essa sorge - analogamente a San José - era destinata a diventare la regione trainante del Paese. Per quasi due secoli, comunque, la città non visse momenti di autentica pace, tantè che le venne assegnato il nomignolo di Città Mobile, a causa dei continui "traslochi" che i coloni erano costretti a effettuare alla ricerca di nuovi terreni per il pascolo o per i minacciosi movimenti dei vicini vulcani. In ogni caso alla fine del Settecento venne stabilito il luogo definitivo di fondazione della città, che fu soggetta a due violenti terremoti, nel 1823 e nel 1910. Proprio nel 1823 la capitale della Costa Rica venne spostata da Cartago a San José, visto che gli abitanti della prima avevano premuto fino allultimo per unannessione allImpero Messicano di Agustín de Iturbide, mentre i josefini abitanti di San José si erano fatti portavoce di quanti volevano una Costa Rica indipendente, istanza che risultò premiata dalle vicissitudini politiche di quel decennio.



                                     

3. Economia e società

Cartago e la sua regione fanno parte dellarea più avanzata del paese, la Cordigliera Centrale. A dimostrazione dellapprezzabile grado di sviluppo economico-sociale raggiunto si possono citare i dati concernenti lo sviluppo umano e lindice di povertà umana sedicesimo cantone con la percentuale minore di persone indigenti. A proposito dello stesso indice, tra i paesi considerati in via di sviluppo, la Costa Rica risulta a sua volta terza su 103, che è indubbiamente unottima performance. Le produzioni principali, voci primarie delleconomia cittadina, sono le patate, le cipolle, il latte le arachidi. Nel ventunesimo secolo, tuttavia, sta assumendo sempre maggior importanza il comparto dellalta tecnologia componenti per computer.