Топ-100
Indietro

ⓘ Aroldo Tieri



Aroldo Tieri
                                     

ⓘ Aroldo Tieri

Aroldo Tieri è stato un attore italiano.

È stato una importante figura nel teatro e nel cinema italiano. Lavorò con Totò in alcuni suoi film di successo.

                                     

1. Biografia

Figlio del giornalista e critico teatrale Vincenzo Tieri, che fondò e diresse Il Corriere del Teatro, nel 1937 Aroldo Tieri si diplomò allAccademia nazionale darte drammatica ed esordì a teatro in Francesca da Rimini, prima di entrare nella compagnia del Teatro Eliseo di Roma. È del 1939 lesordio cinematografico in Mille chilometri al minuto, diretto da Mario Mattoli, cui seguirono diverse commedie dei telefoni bianchi. Nel dopoguerra raggiunse il successo soprattutto con la rivista diretto da Garinei e Giovannini insieme con Anna Magnani, Gino Cervi, Walter Chiari e Totò, ma recitò anche nelle commedie leggere di Rattigan e Barry e in opere di maggior impegno come il teatro di Pirandello.

Tra la metà degli anni cinquanta e gli anni sessanta Tieri si dedicò soprattutto al cinema, alla radio e alla televisione, girando quasi 110 film. È stato spalla di successo dei maggiori interpreti della commedia allitaliana, tra cui Totò, accanto al quale recitò tredici volte, con risultati notevoli in Totò sceicco e Chi si ferma è perduto di Sergio Corbucci. Lultima interpretazione risale al 1967, nel film di Steno La feldmarescialla, accanto a Rita Pavone. Nel 2002 Roberto Benigni pensò a lui per affidargli la parte del giudice nel film Pinocchio, ma alla fine il ruolo andò a Corrado Pani.

Alla fine degli anni Sessanta tornò a tempo pieno al teatro, dopo che nel 1965 aveva formato con la moglie Giuliana Lojodice la compagnia Tieri-Lojodice. Negli oltre trenta anni di attività la coppia mise in scena un repertorio vario e raffinato, da Shakespeare a Molière, da Pirandello a Shaw.

Alla radio è stato interprete di molti radiodrammi si ricordano i Racconti romani di Moravia, partecipando inoltre a due edizioni di Gran varietà insieme con Giuliana Lojodice: nella prima, del 1969, la coppia ha interpretato "Leonida ed Esmeralda", una coppia romantica, colta e snob che crede di essere diversa da tutte le altre; nella seconda, del 1976, Tieri ha interpretato il personaggio del "Divino Creaturo" che ebbe un buon successo così come molti altri personaggi di quella trasmissione. In televisione, oltre a recitare in alcuni sceneggiati, ha presentato Canzonissima nelledizione 1960-61 insieme con gli attori Lauretta Masiero e Alberto Lionello.

Nel 1984 Tieri ha ricevuto il Premio Armando Curcio per la rappresentazione di Un marito di Italo Svevo. Lultimo impegno teatrale prima del ritiro dalle scene è stato Lamante di Marguerite Duras nel 1999.

È morto nella clinica San Valentino di Roma la notte del 28 dicembre 2006, alletà di 89 anni. Leditore Baldini Castoldi Dalai ha pubblicato nel 2010 la sua biografia scritta da Anna Testa, unitamente a un DVD. Si tratta di "Buonasera Aroldo, buonasera Giuliana": Aroldo Tieri e Giuliana Lojodice, vita carriera e scene da un matrimonio. È sepolto a Roma, presso il cimitero Flaminio, nella tomba di famiglia. Dal giugno 2015, ogni anno al Castello di Corigliano Calabro, si tiene il "Premio Nazionale Aroldo Tieri" in presenza di ospiti.

                                     

2. Filmografia

  • Sancta Maria, regia di Edgar Neville e Pier Luigi Faraldo 1941
  • La società calcistica, episodio di Gli imbroglioni, regia di Lucio Fulci 1963
  • Cameriera bella presenza offresi., regia di Giorgio Pàstina 1951
  • Torna a Sorrento, regia di Carlo Ludovico Bragaglia 1946
  • Le avventure di Giacomo Casanova, regia di Steno 1954
  • Agenzia matrimoniale, regia di Giorgio Pàstina 1952
  • Le cameriere, regia di Carlo Ludovico Bragaglia 1959
  • Gli uomini sono nemici, regia di Ettore Giannini 1948
  • Documento Z 3, regia di Alfredo Guarini 1942
  • Tizio, Caio, Sempronio, regia di Marcello Marchesi, Vittorio Metz e Alberto Pozzetti 1951
  • Turbamento, regia di Guido Brignone 1942
  • Psicanalista per signora, regia di Jean Boyer 1959
  • Il mago per forza, regia di Marcello Marchesi, Marino Girolami e Vittorio Metz 1951
  • La bisarca, regia di Giorgio Simonelli 1950
  • La luna di miele, episodio di La donna degli altri è sempre più bella, regia di Marino Girolami 1963
  • Il fidanzato di mia moglie, regia di Carlo Ludovico Bragaglia 1943
  • Totò e i re di Roma, regia di Steno e Mario Monicelli 1951
  • Totò cerca moglie, regia di Carlo Ludovico Bragaglia 1950
  • Amor non ho. però. però, regia di Giorgio Bianchi 1951
  • La cambiale, regia di Camillo Mastrocinque 1959
  • Gli zitelloni, regia di Giorgio Bianchi 1958
  • Le sette vipere Il marito latino, regia di Renato Polselli 1965
  • I peggiori anni della nostra vita, regia di Mario Amendola 1949
  • Non sono superstizioso. ma!, regia di Carlo Ludovico Bragaglia 1943
  • Che femmina!! e. che dollari!, regia di Giorgio Simonelli 1961
  • Il nostro prossimo, regia di Gherardo Gherardi 1943
  • Totò terzo uomo, regia di Mario Mattoli 1951
  • I baccanali di Tiberio, regia di Giorgio Simonelli 1960
  • Buon appetito!, episodio de Gli assi della risata, regia di Roberto Bianchi Montero 1943
  • Avventura al motel, regia di Renato Polselli 1963
  • Letto a tre piazze, regia di Steno 1960
  • Soldati e capelloni, regia di Ettore Maria Fizzarotti 1967
  • Chi lha visto?, regia di Goffredo Alessandrini 1945
  • Colpo gobbo allitaliana, regia di Lucio Fulci 1962
  • Milano miliardaria, regia di Marcello Marchesi e Vittorio Metz 1951
  • Signorinella, regia di Mario Mattoli 1949
  • Lo smemorato di Collegno, regia di Sergio Corbucci 1962
  • Vespro siciliano, regia di Giorgio Pàstina 1949
  • La presidentessa, regia di Pietro Germi 1952
  • Redenzione, regia di Marcello Albani 1942
  • Follie per lopera, regia di Mario Costa 1948
  • Cè sempre un ma!, regia di Luigi Zampa 1943
  • Auguri e figli maschi!, regia di Giorgio Simonelli 1951
  • Il raccomandato di ferro, regia di Marcello Baldi 1959
  • I motorizzati, regia di Camillo Mastrocinque 1962
  • La ballata dei mariti, regia di Fabrizio Taglioni 1964
  • Juke box - Urli damore, regia di Mauro Morassi 1959
  • I sogni muoiono allalba, regia di Enrico Gras, Indro Montanelli e Marco Craveri 1961
  • Fuga a due voci, regia di Carlo Ludovico Bragaglia 1942
  • La signora in nero, regia di Nunzio Malasomma 1943
  • Bellezze in bicicletta, regia di Carlo Campogalliani 1951
  • Cacciatori di dote, regia di Mario Amendola 1961
  • Rosso e nero, regia di Domenico Paolella 1954
  • I morti non pagano tasse, regia di Sergio Grieco 1952
  • Chi si ferma è perduto, regia di Sergio Corbucci 1960
  • Che gioia vivere, regia di René Clément 1961
  • Un angelo è sceso a Brooklyn, regia di Ladislao Vajda 1957
  • Messalina, Venere imperatrice, regia di Vittorio Cottafavi 1960
  • 00-2 agenti segretissimi, regia di Lucio Fulci 1964
  • Con rispetto parlando, regia di Marcello Ciorciolini 1965
  • I magnifici tre, regia di Giorgio Simonelli 1961
  • Non cantare, spara, regia di Daniele DAnza 1968
  • Totò, Peppino le fanatiche, regia di Mario Mattoli 1958
  • Gli eroi del doppio gioco, regia di Camillo Mastrocinque 1962
  • Un dollaro di fifa, regia di Giorgio Simonelli 1960
  • Canzone di primavera, regia di Mario Costa 1951
  • La vedovella, regia di Silvio Siano 1964
  • Mina. fuori la guardia, regia di Armando W. Tamburella 1961
  • Che distinta famiglia!, regia di Mario Bonnard 1943
  • La feldmarescialla, regia di Steno 1967
  • È lamor che mi rovina, regia di Mario Soldati 1951
  • Questo pazzo, pazzo mondo della canzone, regia di Bruno Corbucci e Giovanni Grimaldi 1966
  • Non son degno di te, regia di Ettore Maria Fizzarotti 1965
  • I due sergenti del generale Custer, regia di Giorgio Simonelli 1965
  • Due mafiosi nel Far West, regia di Giorgio Simonelli 1964
  • Due contro tutti, regia di Antonio Momplet 1962
  • Ciao, ciao bambina! Piove, regia di Sergio Grieco 1959
  • Il tallone dAchille, regia di Mario Amendola e Ruggero Maccari 1952
  • Vacanze alla baia dargento, regia di Filippo Walter Ratti 1961
  • Totò sceicco, regia di Mario Mattoli 1950
  • Felicità perduta, regia di Filippo Walter Ratti 1946
  • Un branco di vigliacchi, regia di Fabrizio Taglioni 1962
  • Non perdiamo la testa, regia di Mario Mattoli 1959
  • Noi siamo le colonne, regia di Luigi Filippo DAmico 1956
  • Ho sognato il paradiso, regia di Giorgio Pàstina 1949
  • Accidenti alle tasse!!, regia di Mario Mattoli 1951
  • Manon Lescaut, regia di Carmine Gallone 1939
  • Mille chilometri al minuto!, regia di Mario Mattoli 1939
  • Bellezze a Capri, regia di Adelchi Bianchi 1951
  • Linafferrabile 12, regia di Mario Mattoli 1950
  • Ultimo amore, regia di Luigi Chiarini 1947
  • Il segreto di Don Giovanni, regia di Camillo Mastrocinque 1947
  • Taxi di notte, regia di Carmine Gallone 1950
  • Totò cerca casa, regia di Steno e Mario Monicelli 1949
  • Pronto, chi parla?, regia di Carlo Ludovico Bragaglia 1946
  • Se non avessi più te, regia di Ettore Maria Fizzarotti 1966
  • Spiaggia libera, regia di Marino Girolami 1966
  • Le ambiziose, regia di Tony Amendola 1960
  • Il giorno più corto, regia di Sergio Corbucci 1962
  • I maniaci, regia di Lucio Fulci 1964
  • I due mafiosi, regia di Giorgio Simonelli 1963
  • Gli onorevoli, regia di Sergio Corbucci 1963
  • Il microfono è vostro, regia di Giuseppe Bennati 1951
                                     

3. Prosa radiofonica

  • Il misantropo di Molière, regia di Flaminio Bollini, trasmessa il 1º giugno 1961.
  • Il mercante di fiori, nel ruolo del dottor Schwarz
  • Margò di Francis Durbridge, regia di Guglielmo Morandi, trasmessa in 10 puntate dal 19 al 30 giugno 1967.
                                     

4. Prosa televisiva

  • LAlfiere, dal romanzo omonimo di Carlo Alianello, regia di Anton Giulio Majano, trasmessa dal 18 marzo al 22 aprile 1956.
  • LIppocampo di Sergio Pugliese, regia di Franco Enriquez, trasmessa il 2 dicembre 1966.
  • Paura per Janet di Francis Durbridge, regia di Daniele DAnza, trasmessa dal 2 al 18 dicembre 1963.
  • La bisbetica domata di William Shakespere, regia di Daniele DAnza, trasmessa nel 1954.
  • ll signore e la signora Barbablù di Gerald Verner, regia di Guglielmo Morandi, trasmessa il 15 giugno 1973.
  • Melissa di Francis Durbridge, regia di Daniele DAnza, trasmessa dal 23 novembre al 28 dicembre 1966.
  • Un caso clinico, di Dino Buzzati, regia di Massimo Franciosa, 4 febbraio 1972.
  • Giocando a golf una mattina di Francis Durbridge, regia di Daniele DAnza, trasmessa nel 1969.
  • Qualcuno bussa alla porta, episodio: La quarta sedia, trasmesso il 22 gennaio 1971
  • La sciarpa di Francis Durbridge, regia di Guglielmo Morandi, trasmessa dall11 marzo 1963.
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →