Топ-100
Indietro

ⓘ Confessione religiosa




Confessione religiosa
                                     

ⓘ Confessione religiosa

La figura giuridica delle "confessioni religiose" è stata istituita dallarticolo 8, comma 1° della Costituzione. I commi successivi attribuiscono alle "confessioni religiose diverse dalla cattolica" la libertà di esistere e di organizzarsi con propri statuti, purché non contrastino con lordinamento giuridico italiano e gli garantiscono rapporti con lo Stato regolati sulla base di intese con le relative rappresentanze, che vengono approvate con legge ordinaria.

Questa disciplina tende a compensare le confessioni "diverse dalla cattolica", imitando, ma con notevoli differenze, il regime dei rapporti fra Chiesa cattolica e Stato italiano, quale era stato instaurato dal regime fascista con la stipula dei "Patti lateranensi" del 1929.

Benché alcune leggi e una parte della dottrina abbiano parlato di "confessioni religiose senza intesa", questa dizione non è corrispondente alla parola e allo spirito del testo costituzionale, che distingue le "forme sociali della religiosità", categoria generale delle forme di socialità religiosa, protetta nellarticolo 19, le "associazioni o istituzioni a carattere ecclesiastico e con fine di religione o di culto, protette nellarticolo 20 da discriminazioni provenienti da pubblici poteri le "confessioni religiose", categoria più ristretta numericamente, ma più significativa, dal punto di vista del rilievo sociale. Lappartenenza di una formazione sociale religiosa alla categoria delle confessioni religiose è stabilita dal Governo, nel momento in cui accetta di avviare la trattativa con la rappresentanza del soggetto religioso per la stipula dellintesa ed è sanzionata dal Parlamento, nel momento in cui approva la legge riproduttiva dellintesa.

Per lattuale permanenza in vigore della legge n. 1159 del 1929, cd. "sui culti ammessi nello Stato", le uniche altre forme associative della religiosità oggi riconosciute dallo Stato, oltre alle confessioni che hanno lintesa, sono appunto i "culti ammessi", cioè che hanno avuto riconoscimento di personalità giuridica in base a questa legge.

Nelle intese, le Confessioni religiose hanno specifica garanzia di costituzione, organizzazione, qualificazione del personale, tutela delle attività religiose e di potere avere luoghi fisici deputati allo svolgimento delle attività, sono abilitate allo svolgimento di attività di proselitismo se lo vogliono e servizi di tipo pastorale. Possono celebrare matrimoni religiosi che scaturiscono anche effetti nello Stato. Partecipano a molte forme di intervento promozionale dello Stato in favore dalla religione

                                     

1.1. Tipi di tutela Confessione di fatto

Poiché larticolo 2 della Costituzione tutela tutte le "formazioni sociali nelle quali si svolge la personalità delluomo" come diritto inviolabile e larticolo 19 garantisce la "professione di fede religiosa" anche in forma associata, ne consegue che ogni organizzazione della religiosità collettiva, anche se ha caratteri e struttura che le consentirebbero di ottenere la qualificazione giuridica di confessione religiosa, può esistere anche di fatto. Cioè senza istituzionalizzare nel sistema giuridico la propria esistenza. A questo tipo di confessione spettano i diritti comuni a tutte le formazioni sociali religiose, il diritto alleguale libertà religiosa e la possibilità di chiedere allautorità amministrativa il riconoscimento.

                                     

1.2. Tipi di tutela Confessione riconosciuta

Una confessione religiosa riconosciuta è una confessione che ha chiesto il riconoscimento civile secondo lo schema previsto dallordinamento: presentazione di unistanza al Ministero dellInterno, con allegata una copia autentica dello Statuto, oltre ad altri documenti che listante ritenga idonei per far conoscere la propria natura. La Direzione degli affari dei culti del Ministero indaga sulla veridicità dello Statuto e dei documenti, controlla la non contrarietà di questi con lordinamento giuridico e, eventualmente, concede la personalità giuridica civile come "culto ammesso nello Stato", ai sensi della legge n.1159 del 1929; in conseguenza, invia listanza di intesa al Governo.

Le confessioni riconosciute godono di molti diritti in più delle confessioni di fatto, potendo avviare trattative con lo Stato per stipulare unIntesa.

Il regio decreto n.289 del 1930, di attuazione della predetta legge, consentiva allautorità amministrativa penetranti ingerenze negli enti dei culti ammessi ; tuttavia il governo non si avvale mai di tali poteri, poiché sono aboliti per incompatibilità con gli articoli 8 e 20 della Costituzione, che impediscono speciali limitazioni e ingerenze per gli enti di culto: è un classico caso di abrogazione tacita per incompatibilità con una legge successiva.

                                     

1.3. Tipi di tutela Lintesa con lo Stato

La libertà religiosa prevista dallarticolo 8 della Costituzione commi 1 e 2, è riconosciuta e garantita a qualsivoglia formazione sociale religiosa che abbia i caratteri che le consentano la ricomprensione nella categoria delle Confessioni religiose; ed i rapporti tra le confessioni religiose riconosciute e lo Stato Italiano sono regolati dalle specifiche Intese stipulate con le rispettive rappresentanze art. 8 c. 3.

Liter per le Intese prevede linoltro, da parte della Confessione interessata, di unistanza al Presidente del Consiglio dei Ministri; se listanza è accolta potere discrezionale, il Segretario del Consiglio dei Ministri, coadiuvato dalla Commissione interministeriale per le intese con le Confessioni religiose, conduce le specifiche trattative con gli esponenti del movimento richiedente.

Raggiunto laccordo sulla redazione di una bozza dIntesa, la Commissione consultiva per la libertà religiosa esprime parere sul testo, poi, latto è sottoposto allesame del Consiglio dei Ministri al fine di ottenere lautorizzazione alla firma da parte del Presidente del Consiglio. Firmata lintesa tra il Presidente del Consiglio ed il Rappresentante della Confessione religiosa, lIntesa viene trasmessa al Parlamento sotto forma di proposta di legge per leventuale approvazione, che le dà efficacia legale.



                                     
  • penitenza Confessione religiosa nel diritto ecclesiastico, soggetto collettivo nel quale si sviluppa e concretizza una determinata fenomenologia religiosa Confessione
  • I delitti contro le confessioni religiose nell ordinamento giuridico italiano, sono previsti e puniti dal codice penale al capo I del titolo IV delitti
  • alla Pontificia Confutazione della Confessione di Augusta, la risposta ufficiale cattolica romana alla Confessione di Augusta luterana del 25 giugno 1530
  • Liegi 1930 Fondamentalismo Fanatismo religioso Integralismo religioso Libertà religiosa Persecuzione religiosa Sentimenti di intolleranza diretti verso
  • La Confessione di fede di Westminster in inglese: Westminster Confession of Faith è uno dei credo più influenti del calvinismo e uno dei documenti più
  • La Confessione di Augusta, detta anche Confessione augustana nell originale latino Confessio augustana e più raramente Confessione di Asburgo per l erronea
  • La confessione o più semplicemente Confessione in russo: Исповедь? , traslitterato: Ispoved è un trattato autobiografico di Lev Tolstoj di contenuto
  • Triplice intesa. Un intesa è un accordo fra lo Stato italiano e una confessione religiosa differente dalla religione cattolica. L accordo consiste in atti
  • per fede. Si trattava di confessioni della chiesa e non di singoli teologi. La prima confessione di questo tipo è la Confessione di Augusta del 1530 e

Anche gli utenti hanno cercato:

confessione religiosa sacramento, cosa devo dire quando mi confesso, difficoltà a confessarsi,

...
...
...