Топ-100
Indietro

ⓘ Visione della croce



Visione della croce
                                     

ⓘ Visione della croce

La Visione della croce è un affresco della scuola di Raffaello Sanzio, databile al 1520-1524 e situato nella Sala di Costantino, una delle Stanze Vaticane.

                                     

1. Storia

La decorazione della Sala di Costantino, lultima delle Stanze, venne commissionata da Leone X nel 1517. Il Sanzio, preso da mille impegni, fece appena in tempo a disegnare i cartoni e avviare una sorta di arriccio per la prima parete, prima di morire improvvisamente il 6 aprile 1520. Lopera venne allora continuata dai suoi allievi, tra cui spiccavano soprattutto Giulio Romano e Giovan Francesco Penni.

Nel 1524, allepoca di Clemente VII, la decorazione doveva essere già terminata, quando il Romano partì per Mantova. Sviluppando i temi della Stanza di Eliodoro e di quella dellIncendio di Borgo, la Sala di Costantino è dedicata alla vittoria del cristianesimo sul paganesimo e allaffermazione del primato della Chiesa romana, con evidenti richiami alla delicata situazione contemporanea.

Vasari assegnò la Visione della croce a Giulio Romano, posizione ripresa poi da tutta la critica successiva, con interventi magari di Raffaellino del Colle nelle parti più scadenti.

                                     

2. Descrizione

Il soggetto del dipinto è lepisodio che la tradizione tramanda come accaduto alla vigilia della battaglia di Ponte Milvio, quando Costantino avrebbe avuto la visione premonitrice di una croce in cielo e della scritta "In hoc signo vinces".

La scena si ispira, nella composizione generale, agli episodi dell Adlocutio presenti in numerosi rilievi dellAntica Roma come sulla Colonna Traiana o sullArco di Costantino. Mostra infatti il comandante che, da un piano rialzato, arringa lesercito per spronarlo alla vittoria. Sul basamento da cui Costantino parla si trova anche la scritta chiarificatrice ADLOCUTIO QUA DIVINITATIS IMPULSI CONSTANTINIANI VICTORIAM REPERERE. Nel cielo, al centro appare la Croce sorretta da angeli e la scritta con caratteri greci EN TOYTΩI NIKA, cioè "in questo vinci".

Interessante la vista sullo sfondo di una Roma antica ricostruita in alcuni dei suoi monumenti, tra cui si riconosce la Meta Romuli di forma piramidale, il mausoleo di Augusto e quello di Adriano, un ponte sul Tevere e un alto mausoleo forse il Terebinthus Neronis. Il nano in primo piano a destra doveva essere il buffone del cardinale Ippolito de Medici, tale Gradasso Berettai.

Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →