Топ-100
Indietro

ⓘ Sindacalismo fascista



                                     

ⓘ Sindacalismo fascista

Nel 1934 viene approvata la creazione dello Stato corporativo che, con le nomine dallalto al posto delle cariche elettive e labolizione fino al 1939 del fiduciario di fabbrica, aveva dato tra laltro alle corporazioni, divenute veri e propri sindacati formati dai rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro ed istituzionalizzati nello Stato, la facoltà di stipulare i contratti collettivi di lavoro.

In ogni caso il cambiamento di assetto istituzionale e la rivoluzione nel mondo del lavoro, non pregiudicarono i risultati effettivi che il sindacalismo fascista aveva ottenuto negli anni. Tra le più importanti si possono elencare:

  • diffusione delle casse mutue aziendali;
  • indennità di licenziamento;
  • conservazione del posto in caso di malattia;
  • assistenza sociale dellOpera Nazionale Dopolavoro.
  • ferie pagate;
  • divieto di licenziamento in caso di maternità;
  • assegni familiari;

Il 21 aprile 1930 fu Mussolini stesso a rivendicare alle corporazioni la funzione di esaurire in sé il compito del sindacalismo fascista, superando ed andando oltre al sindacalismo stesso, inserendosi nel solco della Rivoluzione continua:

                                     

1. Riviste

  • "La Stirpe"
  • "LIdea Sindacalista"
  • "Cultura Sindacale"
  • "Rivista del Lavoro"
  • "Il Lavoro"
  • "I Problemi del Lavoro"
  • "Il Lavoro Fascista"
  • "Il Lavoro dItalia"
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →