Топ-100
Indietro

ⓘ Procopio Serpotta



                                     

ⓘ Procopio Serpotta

Procopio Serpotta è stato uno scultore e stuccatore italiano.

Figlio naturale di Giacomo Serpotta e di una donna sconosciuta si formò nella bottega paterna, apprendendo soprattutto la tecnica dello stucco nella quale la famiglia dei Serpotta si era affermata. Collaborò a varie imprese decorative a Palermo, in collaborazione con il padre e con il fratello di questi, Giuseppe.

Sposò Lucia Falbo, da cui ebbe dieci figli.

                                     

1.1. Opere Palermo

  • 1702, SantAnna, Santa Teresa e relativo apparato decorativo, manufatti in stucco realizzati in collaborazione con Giuseppe Serpotta, opere presenti nella chiesa di Santa Teresa alla Kalsa.
  • 1725 - 1728, Decorazioni, manufatti in stucco della volta del presbiterio e della navata, opere presenti nella chiesa di Santa Caterina dAlessandria.
  • XVIII secolo, Cornice in stucco del dipinto Martirio di San Venanzio, opera presente nella Cappella di San Venanzio della chiesa di Santa Ninfa dei Crociferi. Per tecnica e stile, causa incompletezza della documentazione pervenuta, si ipotizza la collaborazione del padre Giacomo o la completa attribuzione.
  • 1725 - 1726, Statue e relativo apparato decorativo, manufatti in stucco realizzati con la collaborazione di Vincenzo Perez raffiguranti San Girolamo, SantAgostino, San Gregorio Magno, SantAmbrogio, San Cirillo di Alessandria, San Sofronio di Gerusalemme, San Giovanni Crisostomo e SantAnastasio, Isaia, Ezechiele, Geremia, Baruc e Simboli Mariani, opere presenti nellOratorio dellImmacolatella.
  • 1704 - 1705, Decorazioni plastiche, sculture in marmo Cappella dei Santissimi Martiri e Cappella della Madonna di Trapani, poi della Cappella della Sacra Famiglia realizzate in collaborazione col padre Giacomo Serpotta e dello stuccatore Pietro Antonio Anversa, stucchi della navata destra e della navata sinistra 1711 - 1713, opere presenti nella chiesa del Gesù "Casa Professa".
  • XVIII secolo, Decorazioni, fregi e manufatti in stucco, in collaborazione col padre Giacomo Serpotta, opere presenti nella chiesa di Santa Maria degli Angeli detta La Gancia.
  • 1719 - 1724, Allegorie e Santi, manufatti e decorazioni in stucco raffiguranti la Sapienza e Scienza, le virtù cardinali Carità, Fede, Speranza e Fortezza, Astrologia e Dialettica, Etica e Fisica, Geografia e Geometria, Retorica e Teologia, Santa Oliva e Santa Ninfa, Santa Rosalia e SantAgata, Il sacrificio di Isacco, opere presenti nellOratorio di Santa Caterina dAlessandria allOlivella.
  • XVIII secolo, Teatrini, manufatti raffiguranti episodi della vita di Gesù: Natività di Gesù e Presentazione al Tempio, attribuzione dopere presenti nella sacrestia o Cappella delle sorelle Spatafora della chiesa della Madonna di Monte Oliveto.
  • 1754 - 1755, Decorazioni, fregi e manufatti in stucco del presbiterio, attribuzione, opere presenti nella chiesa di Santa Maria la Nova.
  • 1708, Decorazioni, fregi e manufatti in stucco, in collaborazione con Giacomo Serpotta e Giuseppe Serpotta, opere presenti nella chiesa di Santa Maria della Pietà.
  • 1742, Statue e Bassorilievi, manufatti in stucco e decorazioni del cappellone raffiguranti la Fuga in Egitto, le statue di San Gregorio e San Filippo, opere presenti nella chiesa di San Gioacchino allOlivella o Collegio di Maria.
  • 1750 - 1751, Statue, manufatti e decorazioni in stucco in collaborazione con Giovanni Maria Serpotta e il contributo di Gaspare Firriolo e Domenico Guastella, raffiguranti Nobiltà e Astrologia, Obbedienza e Sapienza, opere presenti nella chiesa dei Tre Re.
  • 1745 - 1746, Statue, manufatti in stucco raffiguranti la Giustizia, Carità, Verginità, Grazia, e decorazioni presenti nella Cappella di San Gennaro e Cappella dellImmacolata Concezione della chiesa di San Giovanni dei Napoletani.
  • 1750, Carlo III di Spagna e Maria Amalia di Sassonia, statue bronzee dei Monarchi Borbonici, opere documentate e distrutte durante la Rivoluzione siciliana del 1848 presenti nella Colonna dellImmacolata di Piazza San Domenico.
  • 1738, Statue allegoriche e relativo apparato decorativo, manufatti in stucco realizzati con la collaborazione di Giuseppe Serpotta raffiguranti Fede, Carità, Misericordia, Sapienza Divina, Fortezza, i medaglioni di San Pietro e San Paolo, i teatrini illustranti scene di vita di Santa Teresa dAvila, la Gloria del Padre nel cappellone, il gruppo scultorio della Vergine Maria, Santa Maria Maddalena, San Giovanni Apostolo ai piedi del Crocifisso, attribuzione dopere presenti nella chiesa dellAssunta di via Maqueda.
  • 1722 - 1723, Coro, fregi e manufatti in stucco, opere presenti nella chiesa di Santa Maria della Pietà.
  • 1740, Statue e relativo apparato decorativo, attribuzione di manufatti in stucco presenti nellOratorio del Sabato o Oratorio di Santa Maria delle Grazie di Casa Professa.
  • 1694 - 1700, Statue e Tondi, fregi e manufatti in stucco raffiguranti la Mansuetudine e Compassione, la Natività e il Riposo durante la fuga in Egitto, realizzati in collaborazione col padre Giacomo Serpotta, opere presenti nellOratorio del Carminello.
                                     

2. Opere sparse

Caccamo

  • XVIII secolo, Decorazioni, fregi e manufatti in stucco, in collaborazione col padre Giacomo Serpotta, opere presenti nella chiesa di San Benedetto alla Badia.

Monreale

  • XVIII secolo, Apparato decorativo in stucco, fregi e manufatti nella navata e nellabside, statue allegoriche raffiguranti le Virtù Teologali della Carità e Fede, le due Virtù Cardinali della Fortezza e Giustizia, le figure di San Giuseppe e San Gioacchino, dell Arcangelo Michele e dell Arcangelo Raffaele, opere presenti nella chiesa di Maria Santissima degli Agonizzanti sede della Compagnia del Santissimo Sacramento.
  • 1709 - 1712, Decorazioni, fregi e manufatti in stucco delle navate realizzati con la collaborazione di Domenico Castelli, medaglioni con raffigurazioni plastiche della Passione di Cristo, nella controfacciata il quadrone raffigurante l Ultima Cena, opere presenti nella chiesa di SantAgata al Monte di Pietà.
  • 1704, Chiesa della Vergine.
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →