Топ-100
Indietro

ⓘ Categoria:Personalità religiose




                                               

Clero

Il clero è quella parte di fedeli che, nellambito di una religione, ha un ruolo distinto e spesso direttivo o anche semplicemente retribuito. Il termine è sorto originariamente nel Cristianesimo, ma può essere applicato a quasi tutte le religioni organizzate.

                                               

Elemosiniere

Il termine deriva dal greco antico ἐλεημοσύνη, eleēmosynē lat. almosunartius. Il titolo di "elemosiniere", rimasto in italiano in ambito religioso, è caduto in disuso in inglese, mentre il suo equivalente in altre lingue viene spesso usato ad indicare figure quali il cappellano o pastore. Oltralpe con il termine aumônier almoniere, cioè elemosiniere oggi si indica un sacerdote che sostiene materialmente e spiritualmente gruppi particolari in luoghi precisi, come conventi, scuole o associazioni di ispirazione religiosa che possono anche essere legate ad enti pubblici o parapubblici.

                                               

Kuni no miyatsuko

Kuni no miyatsuko era un titolo del periodo Yamato corrispondente a una autorità - della quale non si conoscono con certezza le funzioni, i poteri, né lorigine - che concentrava su di sé sia poteri civili che religiosi, probabilmente anche militari.

                                               

Laico

Il termine laico nellaccezione moderna del termine ha significato di "aconfessionale", ossia dislegato da qualsiasi autorità confessionale, ecclesiastica, e quindi da qualsiasi confessione religiosa Nel significato originario del termine, ancora utilizzato in ambito religioso, il laico è un fedele della religione cattolica non ordinato sacerdote o non appartenente a congregazioni religiose. Etimologicamente il termine laico deriva dal gr. laïkós ovvero "del popolo" quindi che vive tra il popolo secolare non ecclesiastico, e che non possiede la conoscenza filosofico - teologica prerogativa ...

                                               

Martire

Il martire è colui che ha testimoniato la propria fede o ideale nonostante la persecuzione, senza quindi abiurarla, anche a costo di eventuali pene corporali o morte. È un concetto presente in più religioni. Il termine è utilizzato per estensione anche in forma laica "martire della patria", "martire del lavoro", per onorare atti di particolare eroismo compiuti a difesa della propria nazione o nello svolgimento della propria professione.

                                               

Missionario

Il termine "missione" prende corpo verso la metà del Cinquecento e sono i Gesuiti a promuoverne lutilizzo: esso proviene dallintroduzione del quarto voto da parte di Ignazio di Loyola durante la costituzione della Compagnia di Gesù. Lorigine teologica del termine è la traduzione latina della parola greca apostolo; Non sempre la diffusione della propria religione è il compito principale del missionario, specialmente quando questi operi in zone con elevata eterogeneità culturale. Benché nellaccezione comune "missionario" riguardi prevalentemente il Cristianesimo anche altre religioni con voc ...

                                               

Monaca

Il monachesimo femminile è presente in diverse religioni: nel Buddhismo, nel Cristianesimo, nellInduismo e nel Taoismo, sebbene i compiti le funzioni differiscono profondamente tra una religione e laltra.

                                               

Sacerdote (ebraismo)

Nella religione ebraica il sacerdote o cohen, pl. cohanim è una figura religiosa preposta allesercizio del culto, detto "avodah", e alla mediazione dei rapporti con la divinità; risale in particolare al servizio sacrificale presso il Tempio di Gerusalemme. Il vocabolo kohèn viene usato nella Torah per riferirsi ai sacerdoti, sia ebraici che non-ebraici, come anche allintera nazione ebraica nel suo complesso. Si citavano come sacerdoti anche i kohanim, evidentemente non ebrei, di Baal. Durante lesistenza del Tempio di Gerusalemme i kohanim officiavano lofferta dei sacrifici quotidiani e ass ...

                                               

Sommo sacerdote

Il sommo o gran sacerdote nellantica religione ebraica era il capo della classe sacerdotale, dalla nascita della nazione israelita fino alla distruzione del Secondo Tempio di Gerusalemme. I sommi sacerdoti appartenevano alle famiglie ebraiche sacerdotali che tracciavano la loro patrilinearità fino ad Aronne, il primo sommo sacerdote e fratello maggiore di Mosè. In tempi pre-esilici il nome comune del sacerdote capo della comunità era "il sacerdote" ebr.: ha-Kohen ; si veda per esempio, 1 Samuele 14:19.36;21:2–10. Il termine "sommo sacerdote" ebr.: ha-kohen ha-gadol viene usato con riferime ...

Anche gli utenti hanno cercato:

...
...
...