Топ-100
Indietro

ⓘ Museo diocesano (Bitonto)



                                     

ⓘ Museo diocesano (Bitonto)

Creato tra il 1969 e il 1970, il Museo Diocesano "Aurelio Marena", si tratta del museo dellarcidiocesi di Bari-Bitonto, che raccoglie i beni artistici della concattedrale di Bitonto di numerose altre chiese del territorio bitontino. La ricca collezione precedentemente ospitata nella curia vescovile ha sede presso lex seminario vescovile annesso alla chiesa di San Francesco della Scarpa. La struttura, articolata su due livelli e dotata di un giardino pensile, ospita oltre 2500 pezzi che lo rendono il museo diocesano più grande del Mezzogiorno.

Il primo piano è dedicato alla pittura dellOttocento e del Novecento in Puglia. Vi sono esposti anche vasi di Sèvres e arredi sacri del XIX e del XX secolo. Nella teca a cavallo tra la prima e la seconda sala troviamo manufatti delletà pre-classica rinvenuti nelle stazioni preistoriche localizzate nei centri viciniori mentre particolarmente preziosi sono gli argenti di manifattura napoletana, conservati nellomonima sala, alcuni del XV e XVI secolo, tra cui paramenti liturgici stole ricamate in oro zecchino e un lapidario con elementi decorativi di architettura romanica tra cui un pluteo a tarsie e un capitello a racemi.

Il secondo piano è dedicato ai dipinti dei secoli Seicento e Settecento ma vi sono anche sculture del XV e XVII secolo. Di particolare interesse unicona lignea raffigurante la Vergine di autore bizantino databile al XII secolo e un crocefisso del XIV secolo di scuola umbra. Si possono ammirare anche affreschi provenienti dalla chiesa di San Leucio vecchio, una Madonna con Bambino dellartista fiammingo Anton Van Dyck del XVI secolo, un presepe in pietra attribuito a Stefano da Putignano da alcuni e a Nuzzo Barba di Galatina da altri, e una statua in legno dorato di San Gregorio Magno. Presenti anche il dipinto con l Adorazione dei pastori, di Marco Pino, del 1576 e una Flagellazione di Giuseppe della Porta, pittore locale, della prima metà del XVIII secolo.

Nel terzo piano sono sistemate opere realizzate da artisti della scuola bitontina del XVII secolo. Tra esse spiccano una tela di Carlo Rosa raffigurante la Vergine e i santi protettori di Bitonto commissionato ex voto nel 1656, Cristo e la Samaritana sempre del Rosa e unAnnunciazione del frate Giovanni da Bitonto.

Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →