Топ-100
Indietro

ⓘ Thomas Edward Lawrence



Thomas Edward Lawrence
                                     

ⓘ Thomas Edward Lawrence

Il tenente colonnello Thomas Edward Lawrence è stato un agente segreto, militare, archeologo e scrittore britannico, nativo del Galles. Conosciuto con lo pseudonimo di Lawrence T. dArabia, ebbe diversi altri alias, tra cui quelli di T. E. Smith, T. E. Shaw e John Hume Ross. Ricordato per essere stato uno dei capi della rivolta araba durante la prima guerra mondiale, per la sua attività militare fu decorato con la Legion donore.

Archeologo, ufficiale dei servizi segreti di Sua Maestà britannica e scrittore fra laltro tradusse l Odissea di Omero, Lawrence fu un paladino del nazionalismo arabo: venne ricordato come uno dei più controversi e discussi protagonisti dellinsurrezione delle tribù arabe contro la dominazione ottomana a inizio del Novecento nella zona compresa fra lHigiaz e la Transgiordania.

                                     

1. Biografia

Secondo di cinque figli illegittimi, nacque da una relazione del padre, Sir Thomas Robert Tighe Chapman, VII baronetto 6 novembre 1846 - 8 aprile 1919 un proprietario terriero anglo-irlandese, lultimo dei baronetti Chapman del castello di Killua in Irlanda. Per molti anni visse sotto il nome di Thomas Robert Lawrence, prendendo il nome della sua compagna, Sarah Lawrence, la madre dei suoi cinque figli, uno dei quali era Lawrence. Era, secondo i ritratti depoca, di esile costituzione, non molto alto, carnagione chiara, occhi azzurri e biondo di capelli.

Trasferitosi nel 1899 con la famiglia a Oxford, si iscrisse nello stesso anno alla scuola superiore. Nel 1907, entrato nelle grazie di David George Hogarth influente esponente dellassociazione Round Table, che lo aveva appoggiato negli studi al Jesus College dellUniversità di Oxford e introdotto nellesclusivo quanto misterioso circolo, incominciò a viaggiare fra la Francia e il Medio Oriente, visitando la Palestina, la Giordania e lEgitto.

Due anni dopo rientra da un lungo viaggio in Siria, presentando una tesi di laurea sui castelli crociati. Nel 1910 è a Karkemish, fra Siria e Turchia, dove sulle rive dellEufrate effettua ricerche sotto la guida di Sir Leonard Woolley per conto del British Museum. Arruolato nel 1914 al servizio cartografico dello stato maggiore dellesercito inglese in Egitto, passa due anni dopo all intelligence militare e politica; nello stesso anno esplorò Shivta.

                                     

1.1. Biografia La rivolta araba

Nel 1916, quando la prima guerra mondiale era in pieno corso, si svolgeva quella che verrà definita nellarea orientale la rivolta araba. Sul fronte africano il Regno Unito tentava di tenere testa e porre un freno alle forze dellImpero ottomano, e in questo contesto a Londra sembrò cosa utile cercare di sfruttare il malcontento di una parte degli arabi nei confronti degli ottomani.

Lanello più debole sembrava essere costituito dagli elementi tribali che vivevano da nomadi fra i territori siro-transgiordanici e quelli della penisola araba, dove il controllo ottomano si limitava alle due città sante di La Mecca e Medina e ai punti costieri dinteresse strategico. In questo ambiente unaura di grandissima popolarità circondava la figura di al-Husayn ibn Alī, sharif della Mecca che, essendo un hascemita, e quindi discendente del profeta Maometto, poteva avere lautorevolezza necessaria a realizzare la riscossa araba.

Lalto commissario britannico Sir Henry McMahon fu incaricato di avviare discreti contatti epistolari con al-Husayn b. ʿAlī, al termine dei quali laccordo trovato prevedeva il riconoscimento del Foreign Office dellindipendenza degli arabi allinterno di confini tuttavia non meglio identificati, che lo sharif intese come definiti dallarea geografica in cui si parlava la lingua araba mentre Londra preferì rimanere volutamente nel vago e nellambiguità.

Come fecero subito sapere infatti i sovietici allindomani della loro vittoriosa rivoluzione, la Gran Bretagna e la Francia tramite i loro ministri Sykes e Picot avevano programmato di attuare una cinica politica da "doppio binario", ben intenzionate a spartirsi fra loro i domini ottomani una volta che Istanbul e i suoi alleati degli imperi centrali fossero stati sconfitti, e dallaltro a fare generose offerte dindipendenza agli arabi.

T. E. Lawrence, profondo conoscitore dei costumi e della cultura araba, specie dellarchitettura di età omayyade, che operava come agente dell Intelligence britannica al Cairo, era a conoscenza di queste circostanze. Sperava tuttavia che se gli arabi si fossero trovati in una posizione dominante alla fine della guerra "il buon senso avrebbe consigliato le Grandi Potenze nella direzione di una giusta risoluzione per le loro rivendicazioni". Egli fu distaccato con funzioni di "consigliere militare" presso il figlio dello sharif della Mecca, Faysal, futuro primo monarca del Regno dIraq, delegato dal padre a guidare militarmente la rivolta araba che egli aveva nel frattempo proclamato.

Come truppe arabe combattenti Faysal poteva contare su un buon numero di elementi tribali - fra cui un ruolo importante ebbe ʿAwda Abū Tayy, della tribù dei Banū Tayy - oltre che su un certo numero di volontari, impregnati per lo più di cultura europea e di quegli stessi ideali nazionalistici che si erano imposti nel Vecchio Continente nel corso di tutto il XIX secolo.

                                     

1.2. Biografia I sette pilastri della saggezza

Amareggiato dagli eventi post-bellici, in cui nonostante il successo agli arabi non venne riconosciuta la loro indipendenza ma invece i territori furono spartiti da Gran Bretagna e Francia. Lawrence con gesto clamoroso, dopo aver preso parte alla Conferenza per la pace del 1919, si dimette dalla carica di consigliere politico degli Affari Arabi giungendo a rifiutare la carica di viceré delle Indie; rifiuta anche la prestigiosa Victoria Cross per le sue brillanti azioni militari proprio mentre Sua Maestà stava per consegnargliela, lasciando lo sbigottito sovrano Giorgio V del Regno Unito letteralmente "con la scatola in mano".

Decide quindi di ritirarsi a vita privata in Inghilterra e per qualche tempo vi riesce, dedicandosi alla stesura de I sette pilastri della saggezza The Seven Pillars of Wisdom, libro di memorie ma anche racconto poetico che avrà una pubblicazione in forma ridotta con il titolo La rivolta nel deserto nel 1927. Nel 1936 fu pubblicata postuma una versione - la più conosciuta - più vicina a quella integrale, la quale finalmente arrivò alle stampe solo nel 1997. Nellopera racconta limpresa compiuta con Faysal e altri capi delle tribù arabe, appoggiando la rivolta antiturca proclamata da Hussein, sharif della Mecca, nella più totale assimilazione dello stile di vita beduino nel deserto dArabia, teatro della guerra fino alla conquista di Damasco insieme con Allenby.

In quel periodo viene pubblicata anche la sua tesi di laurea, Castelli crociati. Lesperienza vissuta, sotto falso nome, nel 1922 come semplice aviere nella RAF, sarà invece raccontata in un altro libro, The Mint pubblicato anchesso postumo nel 1955; in Italia il titolo del libro era Laviere Ross, è stato nuovamente pubblicato da Adelphi nel 1996 con il titolo Lo stampo.



                                     

1.3. Biografia Ritiro e morte

Nel 1935 Lawrence viene congedato definitivamente e si ritira a Clouds Hill, presso Bovington, nella contea del Dorset.

Questo e altri episodi sarebbero avvalorati - anche se i biografi non sempre concordano - da documenti resi pubblici dal Public Record Office britannico; fra essi un carteggio composto da diari e lettere consegnato dopo la sua morte alla Bodleian Library di Oxford dal fratello Arnold. Si è saputo così di rimesse di denaro che Lawrence, per il tramite della RAF, fece a più riprese dal 1924 fino alla morte a favore di diverse persone, fra cui due signore, con una delle quali, uninsegnante di nome Ruby Bryant, si dice avesse contratto matrimonio.

Il 13 maggio di quello stesso anno, mentre percorre sulla sua motocicletta Brough Superior una piccola strada di campagna, Lawrence rimane vittima di un incidente, secondo molti non del tutto casuale le cui dinamiche sono in molti punti ancora da chiarire. La versione ufficiale fu che fosse uscito fuori strada per evitare due bambini in bicicletta che comparirono improvvisamente in mezzo alla strada. Ne uscirà in coma e morirà pochi giorni dopo, il 19 maggio, nella casa di campagna dove abitava, venendo commemorato con dei funerali di Stato.

                                     

2.1. Influenza culturale Teatro

  • Le sue epiche gesta sono state raccontate dal giornalista statunitense Lowell Thomas, il suo primo biografo ufficiale, che a Londra nel 1919 presentò una conferenza-spettacolo dedicata al condottiero intitolata Travelogues.
                                     

2.2. Influenza culturale TV e Cinema

  • "Le Avventure Del Giovane Indiana Jones"

Nel 1908, Lawrence andava in bicicletta in giro per lEgitto, quando incontrò Miss Seymour e Henry Jones, Jr., che erano stati abbandonati alle Grandi Piramidi dalla loro guida. Allincontro con Jones, ha riconosciuto il suo nome e ha rivelato di essere un fan dei libri di suo padre. Lawrence chiese di chiamarsi Ned e i due diventarono amici. Quella notte, Lawrence discusse le religioni del mondo con Jones e gli raccontò storie di fantasmi di mummie che si svegliavano nelle piramidi. Il giorno successivo, Lawrence fece in modo che Indy e Miss Seymour andassero a uno scavo archeologico, guidato da Howard Carter. Durante il viaggio lungo il fiume Nilo fino al sito di scavo, Ned ha impressionato Indy dellimportanza di imparare le lingue locali durante il viaggio. Sul sito di scavo, Lawrence presentò Indy e Miss Seymour a Howard Carter, e chiese laiuto di Indy per scoprire Demetrios come lassassino di Rasheed Sallam per il Jackal Headpiece. Sebbene Lawrence sia stato in grado di rintracciare Demetrio prima di andarsene, riuscì comunque a scappare con lo Sciacallo mentre lo aveva nascosto prima che i due combattessero brevemente ciascuno nel deserto. Più tardi nella vita, Indy lo disse in modo diverso, credendo che Lawrence mancasse la nave di Demetrios per cinque minuti. Mentre Indy cresceva, rimase in contatto con Lawrence, scambiandosi lettere mentre Indy stava prestando servizio durante la Grande Guerra. Indy conservò una foto di Ned e della sua bicicletta dallincontro del 1908 nel suo diario. Nellottobre del 1917, quando le forze britanniche e australiane non furono in grado di prendere Gaza detenuta dallottomano, il maggiore Lawrence raccomandò Jones, quindi prestando servizio nellintelligence francese, come agente adatto che parlava arabo e turco per una missione di spionaggio britannica. Lawrence e Jones furono riuniti nel campo britannico in Palestina per alcuni giorni prima che Jones partisse per la sua missione in Beersheba, e Lawrence tornò in Arabia. Nel maggio del 1919, gli amici attraversarono di nuovo delle strade in Francia durante la Conferenza di pace di Parigi, nel tentativo di convincere le forze britanniche e francesi a mantenere le promesse al principe Faisal. Ha anche lavorato come suo traduttore. Lawrence morì in un incidente in moto nel 1935.



                                     

2.3. Influenza culturale Musica

  • A Lawrence è dedicata la seconda traccia dellalbum The Great War della band power metal svedese Sabaton, dal titolo Seven Pillars of Wisdom ".
                                     

3. Opere

  • Seven Pillars of Wisdom, 1922 I sette pilastri della saggezza
  • Secret Desptches from Arabia, 1939
  • The Mint, 1936, 1955
  • The Evolution of a Revolt, 1921
  • Revolt in the Desert, 1927 si tratta di una riduzione da Seven Pillars of Wisdom
  • Uomini nel deserto, articoli scritti tra il 1911-1935, inediti per lItalia, scelti, tradotti e annotati da Fabrizio Bagatti, Edizioni Clichy, Firenze, 2017, ISBN 978-88-679-9340-6.
  • Fabrizio Bagatti a cura di, Lawrence dArabia: i rapporti segreti della rivolta araba, Milano, Luni Editrice, 2019, ISBN 978-88-798-4661-5.
  • Crusader Castles, 1936
  • The Letters of T. E. Lawrence, 1938

Traduzioni

  • Adrien Le Corbeau, The Forest Giant Le Gigantesque, 1924 romanzo dal francese.
  • Omero, The Odyssey, poema dal greco.
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →