Топ-100
Indietro

ⓘ Riformatori Sardi



Riformatori Sardi
                                     

ⓘ Riformatori Sardi

Nel 1999 si presentano per la prima volta alle elezioni regionali eleggendo 4 consiglieri regionali con il 4.4% di preferenze.

Alle elezioni politiche del 2001 il partito si schiera con la coalizione di centro-destra, pur non presentando proprie liste nella quota proporzionale. Grazie allaccordo con la CdL, viene eletto nel collegio uninominale maggioritario il deputato Michele Cossa, ottenendo quindi un seggio alla Camera dei Deputati.

Alle elezioni europee del 2004 appoggiano la lista del Patto Segni Scognamiglio, che tuttavia non elegge alcun deputato europeo. Alle elezioni regionali del 2004, pur nella coalizione perdente, confermano 4 consiglieri regionali raggiungendo il 5.94%.

Alle elezioni politiche del 2006 i Riformatori Sardi stringono un accordo con lUDC, ottenendo lelezione a senatore di Massimo Fantola. Alle elezioni comunali di Cagliari del 2006 si affermano come secondo partito della coalizione di centro destra che guida la città raggiungendo una percentuale vicina al 10%.

Alle elezioni regionali sarde del 2009 partecipano con proprie liste nella coalizione di centro-destra, che candida alla presidenza della regione Sardegna Ugo Cappellacci. Cappellacci è eletto presidente della regione ed i Riformatori sardi si affermano come terzo partito della coalizione, con il 6.79%, eleggendo 5 consiglieri.

Alle elezioni politiche del 2013 i Riformatori Sardi decidono di aderire alla coalizione che sostiene la candidatura di Mario Monti, candidando Pierpaolo Vargiu alla Camera dei deputati come capolista di Scelta Civica, riuscendo a farlo eleggere.

Alle elezioni regionali del 2014, pur nella coalizione perdente e malgrado la forte astensione, confermano 3 consiglieri regionali raggiungendo il 6%.

Alle elezioni politiche del 2018 il partito non presenta propri candidati in alcuna lista. Presenta liste invece alle Elezioni regionali in Sardegna del 2019 sostenendo il candidato presidente Christian Solinas, ottenendo il 5.09% ed eleggendo 4 consiglieri.

Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →