Топ-100
Indietro

ⓘ Libro della vita



Libro della vita
                                     

ⓘ Libro della vita

Il Libro della vita, nel cristianesimo e nellebraismo è il libro sul quale Dio registra i nomi di ogni persona destinata al Paradiso o al Mondo a venire. Secondo il Talmud, il libro viene aperto durante Rosh Hashanah, come accade anche al suo opposto, il Libro dei morti. Per questa ragione il Libro della vita viene citato durante la recitazione delle preghiere dellAmidah nelle varie importanti festività ebraiche.

                                     

1. Analisi

In ambito biblico dunque, vari passi indicano che Dio abbia un "libro" o "rotolo" nel quale sono elencate le persone fedeli che attendono di ricevere la vita eterna, in cielo o sulla terra. Si afferma in essi che Dio osservi gli uomini che mostrano fede, meritando così di essere approvati e ricordati da Lui. In Malachia 3:16 si legge: "Il Signore porse lorecchio e li ascoltò: un libro di memorie fu scritto davanti a lui per coloro che lo temono e che onorano il suo nome. Essi diverranno - dice il Signore degli eserciti - mia proprietà nel giorno che io preparo. Avrò compassione di loro come il padre ha compassione del figlio che lo serve." Anche se intesa come metafora, si deduce che dal tempo di Abele in poi Dio abbia preso nota, come scrivendoli in un libro, di quei componenti del mondo del genere umano redimibile che meritano di essere ricordati ai fini della vita eterna. Anche i cristiani unti hanno il loro nome scritto in questo rotolo della vita o libro di memorie per ricevere la vita eterna, e nel loro caso si tratterà della vita in cielo Filippesi 3:14.20;4:3. Al contrario, dice: coloro "il cui nome non è scritto nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo, stupiranno al vedere che la bestia era e non è più, ma riapparirà." Apocalisse 17:8.

Daltronde, gli esegeti biblici e teologi di entrambe le fedi sostengono che il fatto che si prenda nota di qualcuno per ricordarlo con approvazione cioè che il suo nome venga scritto nel Libro della vita, non significa che questi abbia la garanzia della vita eterna, come se vi fosse predestinato o come se la situazione non potesse subire cambiamenti. Si vedano per esempio i seguenti passi:

Si evince quindi che, anche dopo che Dio aveva elencato qualcuno con approvazione nel suo "Libro", costui poteva diventare iniquo e abbandonare la fede. In tal caso, Dio avrebbe "cancellato il suo nome dal libro della vita" Apocalisse 3:5. Ma per gli "unti", fedeli a Dio fino alla morte Apocalisse 2:10;3:5 i loro nomi diverranno permanentemente "scritti nel libro della vita" (Apocalisse 20:5-15.

                                     

2. NellEbraismo

Nel Tanakh Bibbia ebraica, il Libro della vita è il Libro o Registro dellappello di Dio, nel quale tutti i popoli che sono considerati giusti davanti a Lui sono registrati per sempre. Si sostiene con certezza che Dio abbia tale libro ed esservi cancellati significa la morte eterna. È con riferimento al Libro della vita che Isaia dice dei santi rimasti a Gerusalemme che saranno iscritti nella vita; si veda anche Ezechiele 9:4, dove uno dei sei messaggeri celesti che "aveva al fianco la borsa da scriba" viene istruito a segnare i giusti alla vita, mentre il resto degli abitanti di Gerusalemme sono condannati alla morte. Similmente il salmista parla del Libro della vita in cui solo i nomi dei giusti sono scritti "e teneva un rotolo. Lo spiegò davanti a me; era scritto allinterno e allesterno e vi erano scritti lamenti, pianti e guai" Ezechiele 2:9-10, ma abbiamo solo la sua descrizione sommaria dei contenuti del rotolo. Le parole rimangono un mistero.

                                     

2.1. NellEbraismo Nel Libro dei Giubilei

Il Libro dei Giubilei parla di due tavolette o libri celesti: un Libro della vita per il giusto e un Libro della Morte per coloro che camminano per sentieri di impurità e sono iscritti nelle tavolette celesti come avversari di Dio. Inoltre, secondo ibid. 36:10, colui che fa del male al prossimo sara cancellato dal Libro della memoria degli uomini e non sara segnato nel Libro della vita, bensì nel Libro della perdizione. In Daniele 7:10 e Enoch 47:3 "lAntico di Giorni" è descritto come seduto sul Suo Trono di gloria con "il Libro" o "il Libro della vita" "dei Viventi" aperto davanti a Lui. Così sono, secondo Enoch 104:1, i giusti "scritti davanti alla gloria del Grande" e, secondo Enoch 108:3, i trasgressori "cancellati dal Libro della vita e dai libri santi." Si fa riferimento a questo Libro della vita anche nel Pastore di Erma greco: Ποιμήν του Ερμά; latino: Haermae Pastor, testo paleocristiano di genere apocalittico, composto nella prima metà del II secolo Visione 1:3; Mandato 8; Similitudine 2; in Apocalisse 3:5;13:8;17:8;20:12-15, in cui "due Libri" sono menzionati come "aperti davanti al trono, il Libro della vita e il Libro della Morte", dove in questultimo gli iniqui sono registrati insieme alle loro malefatte, per poi venir gettati nello "stagno di fuoco." È nel Libro della vita che i nomi degli apostoli sono "scritti nei cieli" Luca 10:20, o "gli altri miei collaboratori" citati da Paolo di Tarso Filippesi 4:3 e "lassemblea dei primogeniti iscritti nei cieli" Ebrei 12:23; cfr. I Clem. 45. Viene fatta allusione a questi Libri di Registrazioni nel Libro di Enoch alle sezioni 81:4, 84:61-77, 90:17-20, 98:76, 104:7; nella Apocalisse di Baruc 24:1; nella Ascensione di Isaia 9:20.



                                     

3. Riferimenti nel Nuovo Testamento

Il Libro della vita viene citato sei volte nellApocalisse di Giovanni, uno dei libri del Nuovo Testamento attribuito a Giovanni di Patmos. Vi si descrive che solo coloro i cui nomi sono iscritti nel Libro della vita dalla fondazione del mondo e non sono stati cancellati dalla Agnello, vengono salvati nel Giudizio universale, tutti gli altri sono condannati: "se qualcuno non fu trovato scritto nel libro della vita, fu gettato nello stagno di fuoco." Apocalisse 20:15. Anche:

                                     

3.1. Riferimenti nel Nuovo Testamento La chiamata escatologica

Mentre la tendenza prevalente tra gli scrittori apocrifi della scuola asidea era di dare al Libro della vita un significato escatologico a - e a ciò tendono anche il Targum Jonathan a Isaia 4:3 e Ezechiele 13:9 cfr. Targum Yerushalmi a Esodo 32:32 - la liturgia e la tradizione ebraiche che si riferiscono ai giorni di Capodanno e dellEspiazione aderiscono allopinione che attribuisce al Libro della vita il suo significato naturale, preferendo, da un punto di vista pratico, lapproccio di questo mondo dellEbraismo a quello dell altro mondo celeste degli Esseni. Invece di trasferire, come viene fatto nel Libro di Enoch, nel Testamento di Abramo e altrove, il Grande Giorno del Giudizio allaldilà, la scuola farisaica insegnò che nel primo giorno di ogni anno Rosh haShana Dio siede a giudicare le Sue creature e ha davanti i Libri della vita insieme ai libri che contengono le registrazioni dei giusti e degli iniqui. Da questo susseguente concetto di giudizio futuro nacque inoltre lidea di una terza classe di persone che non sono più tenute in sospeso, in attesa di esser giudicate "Benonim", i mediani e di un relativo terzo libro, della gente comune Rosh Hashanah Talmud 16b). In Tosefta Sanhedrin XIII.3, tuttavia, solo il giudizio annuale di Rosh ha-Shanah Yom ha-Din è riconosciuto.

Lorigine del libro celeste della vita deve essere cercata a Babilonia, mentre lidea del Giudizio annuale sembra essere stata adottata dagli ebrei sotto linfluenza babilonese nel periodo postesilico. Le leggende babilonesi parlano delle Tavolette dei Destini; anche delle tavolette delle trasgressioni, dei peccati, delle malefatte, delle maledizioni ed esecrazioni, di una persona che deve essere "gettata nelle acque", cioè annientata. Infine, la Mishnah riporta che le opere e azioni di ogni essere umano sono registrate in un libro Avot II.1, cfr. III.16.

                                     

4. Beneficenza

Il motivo del Libro della vita si ritrova spesso nei luoghi di culto ebraici, sia come elemento decorativo che di raccolta fondi per beneficenza. In certe sinagoghe moderne si usa porre su di una parete il "libro della vita" sul quale vengono incisi nomi di benefattori e filantropi.

Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →