Топ-100
Indietro

ⓘ Tommaso di Savoia-Genova




Tommaso di Savoia-Genova
                                     

ⓘ Tommaso di Savoia-Genova

Tommaso Alberto Vittorio di Savoia-Genova è stato un membro di Casa Savoia, appartenente al ramo Savoia-Genova, e un ammiraglio italiano.

                                     

1.1. Biografia La famiglia e i primi anni

Tommaso di Savoia-Genova nacque nel Palazzo Chiablese di Torino il 6 febbraio 1854, figlio di Ferdinando di Savoia-Genova e di Elisabetta di Sassonia. Era fratello minore di Margherita di Savoia, futura regina dItalia. Orfano di padre a solo un anno e succedutogli nel titolo di duca di Genova, Tommaso venne posto sotto la tutela dello zio Vittorio Emanuele II, che ne seguì leducazione mandandolo alla Harrow School di Londra.

                                     

1.2. Biografia Carriera nella marina

Dedito alla vita sportiva, dal 31 marzo 1879 al 20 settembre 1881, con il grado di capitano di fregata, poi promosso capitano di vascello durante la traversata, fece il giro del mondo al comando della corvetta Vettor Pisani, nave da guerra italiana alla sua terza campagna oceanica.

                                     

1.3. Biografia Matrimonio e figli

Il 15 aprile 1883 sposò, presso il castello di Nymphenburg a Monaco di Baviera, Isabella di Baviera 1863-1924. Dalla loro unione nacquero:

  • Eugenio 1906-1996, sposato con Lucia di Borbone-Due Sicilie, una figlia.
  • Maria Adelaide 1904-1979, sposata con il principe Leone Massimo dArsoli, sei figli.
  • Filiberto 1895-1990, sposato con Lydia dArenberg, senza figli.
  • Maria Bona 1896-1971, sposata con Corrado di Baviera, due figli.
  • Adalberto 1898-1982, senza moglie né figli.
  • Ferdinando 1884-1963, sposato con Maria Luisa Alliaga Gandolfi di Ricaldone, senza figli.
                                     

1.4. Biografia Gli ultimi anni e la morte

Nel 1915, allentrata dellItalia nella prima guerra mondiale, Vittorio Emanuele III decise si trasferirsi da Roma al fronte, affidando parte delle sue funzioni regali a Tommaso e nominandolo luogotenente generale del regno. La carica, però, fu quasi esclusivamente onorifica e non comportò un effettivo esercizio del potere. Tuttavia, in quel periodo, i regi decreti furono chiamati decreti luogotenenziali e portavano, anziché la firma del re, quella del principe Tommaso. Il luogotenente fu anche chiamato ad affrontare direttamente lemergenza causata nellItalia centrale dal terremoto di Avezzano del 13 gennaio 1915.

Tommaso morì a Torino nel 1931. Riposa nella cripta reale della basilica di Superga, sulle alture del capoluogo piemontese. Nel titolo ducale gli succedette il figlio primogenito Ferdinando.