Топ-100
Indietro

ⓘ John Shelby Spong




John Shelby Spong
                                     

ⓘ John Shelby Spong

John Shelby Spong, 16 giugno 1931) è un filosofo, teologo e educatore statunitense.

Già vescovo della Chiesa episcopale degli Stati Uniti dAmerica, ora in pensione; dal 1979 al 2000 è stato il vescovo titolare della diocesi episcopale di Newark New Jersey. È teologo cristiano, autore e critico letterario. Proponente di una riforma fondamentale della fede cristiana, allontanatosi dal teismo e dalle dottrine religiose tradizionali.

                                     

1. Biografia

Laureatosi presso la Università della Carolina del Nord a Chapel Hill nel 1952, ha ricevuto un Master of Divinity nel 1955 dal Seminario Teologico Episcopaliano della Virginia in Alexandria Virginia e un PhD honoris causa da questultimo e dal Saint Pauls College Virginia. Spong ha scritto: "Mi sono immerso nello studio biblico approfondito contemporaneo in centri come lUnion Theological Seminary di New York City, la Yale Divinity School, e la Harvard Divinity School nonché le università britanniche di Edimburgo, Oxford e Cambridge."

Spong ha officiato quale rettore di St. Josephs Episcopal Church Durham dal 1955 al 1957; rettore della Parrocchia del Calvario Tarboro, Carolina del Nord dal 1957 al 1965; rettore di St. Johns Episcopal Church Lynchburg dal 1965 al 1969; rettore di St. Pauls Episcopal Church di Richmond Virginia dal 1969 al 1976. Ha tenuto posizioni distaccate presso i maggiori istituti teologici americani, in particolare presso la Harvard Divinity School. Si è ritirato in pensione nel 2000.

Spong descrive la propria vita come un percorso dal letteralismo e teologia conservatrice della sua gioventù ad un veduta espansa del Cristianesimo. In unintervista del 2013, Spong indica il defunto vescovo anglicano John Robinson vescovo di Woolwich quale suo mentore lungo tale percorso, e afferma che laver letto le opere controverse di Robinson degli anni 1960 ha generato tra loro una relazione di amicizia e insegnamento per tanti anni. Spong onora inoltre Robinson come suo mentore nelle prime pagine del suo libro del 2002, A New Christianity for a New World.

Recipiente di molti premi e onorificenze, tra cui Umanista dellAnno - 1999, Spong contribuisce al programma DVD intitolato Living the Questions Spong ha tuttora unintensa agenda di conferenze internazionali.

                                     

2. I Dodici Punti di Spong

  • Non vi è alcun principio etico oggettivo, esterno a noi, rivelato da Dio e presentato per iscritto o su tavole di pietra che possa mai regolare la nostra condotta morale nel tempo o per sempre.
  • La preghiera non può essere una serie di richieste rivolte ad una divinità celeste, richiedendole di intervenire nella nostra storia umana in un dato modo.
  • Con la nostra mentalità post-newtoniana, non siamo in grado di interpretare i miracoli del Nuovo Testamento come eventi soprannaturali effettuati da una divinità incarnata.
  • Il racconto dellAscensione presume un universo a tre livelli e non è quindi interpretabile in concetti post-copernicani dellera spaziale.
  • La resurrezione è un atto di Dio. Gesù è asceso nel significato di Dio e pertanto non può essere una rianimazione fisica che si verifica allinterno della storia umana.
  • Tutti gli esseri umani sono a immagine di Dio e ogni persona deve essere rispettata per quella che è. Pertanto, nessuna descrizione esterna del proprio essere, sia essa basata su razza, etnia, sesso o orientamento sessuale, può essere validamente utilizzata come base sia di rifiuto che di discriminazione.
  • Il teismo, come concetto che definisce Dio, è morto. Similmente la maggior parte del linguaggio teologico riferentersi a Dio non ha più alcun significato. Bisogna quindi elaborare un modo nuovo per parlare del divino.
  • La nascita di Gesù da una vergine, intesa come biologia letterale, rende impossibile la divinità di Cristo, come interpretata tradizionalmente.
  • Linterpretazione sacrificale espiatoria della croce che toglie i peccati del mondo, è una idea barbara basata su concetti primitivi di Dio e deve essere abbandonata.
  • La storia biblica della creazione perfetta e definita dalla quale gli esseri umani sono caduti nel peccato è una mitologia pre-darwiniana e unassurdità post-darwiniana.
  • La speranza di vita dopo la morte deve essere separata per sempre dalla mentalità di controllo comportamentale di ricompensa e punizione. Di conseguenza, la Chiesa deve abbandonare la sua teologia della colpa come motivatrice di comportamento.
  • Poiché Dio non può più essere concepito in termini teistici, diventa assurdo cercare di capire Gesù come incarnazione della divinità teistica. Così anche la cristologia non è più credibile.

Lopera di Spong sullevoluzione testuale del ruolo dellebreo che tradisce Gesù attribuito a Giuda Iscariota nei Vangeli, ha ottenuto particolare rilievo e attenzione da parte degli scienziati sociali interessati alle radici dellantisemitismo nel Nuovo Testamento. Spong sostiene con vigore che i dettagli riportati dai Vangeli sinottici e dal Vangelo di Giovanni sul tradimento di Giuda siano il risultato di un abbellimento attuato da autori più recenti cfr. Marco e la fonte Q, come risultato di una tensione ideologica in seguito allostilità inaspettata e crescente tra ebrei e cristiani nei primi tempi della Chiesa.

                                     

3. Critica

Le idee di Spong hanno ricevuto forti critiche da parte di alcuni teologi, in particolare da Rowan Williams, già Arcivescovo di Canterbury, che descriveva le sue dodici tesi piene di "confusione ed errata interpretazione". Gli scritti di Spong suscitano forte supporto e grande condanna simultaneamente, da parte di differenti segmenti della chiesa cristiana. La saggista britannica Karen Armstrong afferma che i libri di Spong liberano dalle inutili complicazioni della vita religiosa, approfondendo e smantellando le credenze più basilari della fede cristiana e riconoscendole quali miti sorpassati in un mondo che necessita di nuove e più credibili prospettive. Spong nei suoi scritti offre quindi uninterpretazione di Cristo più credibile, come chiave di una vita nuova e di una nuova umanità.

In unintervista rilasciata a C.D.B. di Chieri nel 2013, Spong sostiene:

                                     
  • statunitense John Shelby Spong vescovo episcopale e già rettore della Chiesa episcopale degli Stati Uniti d America, ora in pensione. Spong mette in discussione
  • Risposta a Giobbe è il più importante lavoro di Jung. Anche il teologo John Shelby Spong lo ritiene il suo lavoro più profondo Legendary Jung articolo
  • La sua opera è stata lodata da molti studiosi, fra cui James Dunn, John Shelby Spong e Rowan Williams, Arcivescovo emerito di Canterbury. Critiche al suo
  • The Times, 11 febbraio 2006. URL consultato il 12 febbraio 2010. John Shelby Spong In Search of God, su positiveatheism.org archiviato dall url originale
  • Francisco, Harper, 1978 trad. ital. Gesù mago, Roma, Gremese, 1990. John Shelby Spong Gesù per i non - religiosi. Recuperare il divino al cuore dell umano
  • Processo a Gesù Elledici, Palermo, 2007. ISBN 978 - 88 - 01 - 03889 - 7. John Shelby Spong Gesù per i non - religiosi, Massari, 2012 Carsten P. Thiede, Jesus
  • Ida Magli, La Madonna, Baldini Castoldi Dalai, Milano, 1997 EN John Shelby Spong Born of a Woman: A Bishop Rethinks the Birth of Jesus, HarperCollins
  • su Gesù, Arnoldo Mondadori Editore, 2006, ISBN 978 - 88 - 04 - 57132 - 2. John Shelby Spong The Fourth Gospel: Tales of a Jewish Mystic, HarperOne, 2012, ISBN
  • scienziato italiano 1996 Robert Freeman Smith, politico statunitense John Shelby Spong filosofo, teologo e educatore statunitense 1932 Gino Ingrosso, paroliere

Anche gli utenti hanno cercato:

vescovo john shelby,

...
...
...