Топ-100
Indietro

ⓘ Cimitero monumentale di Cosala




Cimitero monumentale di Cosala
                                     

ⓘ Cimitero monumentale di Cosala

Il cimitero monumentale di Cosala, ufficialmente noto come cimitero cittadino di Cosala, è il maggiore luogo di sepoltura di Fiume e uno dei più importanti cimiteri della Croazia.

È situato nel rione di Cosala Kozala presso la foce del fiume Eneo nel golfo del Quarnero.

                                     

1. Storia

Le origini del cimitero risalgono al 1781 quando il primo appezzamento di terra destinato alla costruzione del cimitero, un orto di proprietà di Francesco Saverio Zuzulich venne acquistato dal comune di Fiume.

Linaugurazione ufficiale del cimitero avvenne il 1º dicembre 1838. Nel cimitero sono presenti mausolei e tombe di diversi stili, dal neogotico allo stile liberty allo storicismo e al neoclassicismo.

Durante il Natale di sangue del 1920 nei pressi del cimitero ci furono violenti combattimenti tra arditi e Alpini.

Nel 1930 venne costruito su progetto dellarchitetto Bruno Angheben lossario contenente i resti di 300 soldati italiani morti di stenti, malattie o ferite nei campi di prigionia austro-ungarici di San Pietro del Carso Pivka e Cirquenizza Crikvenica nella prima guerra mondiale, e 32 caduti del cosiddetto Natale di sangue del 1920.

Il 10 ottobre 2001 il cimitero è stato dichiarato monunento nazionale croato.

A metà novembre 2013 una forte bora ha provocato il danneggiamento di 175 tombe e ha causato danni per quasi 3.5 milione di kune circa 450.000 euro.

                                     

2. Persone sepolte nel cimitero di Cosala

  • Erazmo Barčić 1830-1913, politico e patriota.
  • Romolo Venucci 1903-1976, pittore.
  • Giovanni Kobler 1811-1893, storico.
  • Andrea Lodovico Adamich 1766-1828, uomo daffari e politico, fu la personalità più importante a Fiume nella prima metà del XIX secolo.
  • Luigi Ossoinack 1849–1904, imprenditore e politico autonomista.
  • Giovanni de Ciotta 1824-1903, politico e podestà di Fiume, eletto al parlamento ungherese.
  • Antonio Grossich 1849-1926, medico e politico nativo di Draguccio, consegnò simbolicamente nel 1924 le chiavi della città al re dItalia Vittorio Emanuele III.
  • Franjo Kresnik 1869-1943, medico e musicista.
  • Robert Whitehead 1823-1905, imprenditore, inventò il siluro e a Fiume aprì il Silurificio Whitehead.
  • Charles Meynier 1768-1832, pittore francese.
  • Josip Gorup 1834-1912, imprenditore e mecenate.
  • Osvaldo Ramous 1905-1981, poeta e scrittore.
  • Maria Crocifissa Cosulich 1852-1922, religiosa elevata agli altari come beata, fino alla sua riesumazione nel 2011 le sue spoglie si trovavano nel cimitero.