Топ-100
Indietro

ⓘ Sergio Guidorzi



                                     

ⓘ Sergio Guidorzi

Sergio Guidorzi è stato un aviatore italiano, pluridecorato pilota di grande esperienza della Regia Aeronautica si distinse durante la Guerra civile spagnola e nella Seconda guerra mondiale partecipò a numerosi combattimenti in Africa Settentrionale Italiana, in Grecia e in Jugoslavia. Assegnato successivamente al Comando Servizi Aerei Speciali prese parte alla Campagna di Tunisia nelle file della 224ª Squadriglia, 57º Gruppo, 18º Stormo Trasporti.

                                     

1. Biografia

Nacque a Sermide il 27 marzo 1912, e prestò servizio militare di leva nella Regia Aeronautica venendo congedato il 4 ottobre 1932. Il 4 marzo dellanno successivo fu ammesso a frequentare il Corso per Aviere Allievo Ufficiale di complemento tenutosi presso il Centro R.e.M. di Parma in seno alla 2ª Zona Aerea Territoriale. Dall8 aprile 1933 frequentò la Scuola di pilotaggio di Sesto San Giovanni, e a partire dall11 ottobre successivo la Scuola Osservazione Aerea di Grottaglie dove conseguì il brevetto di pilota daeroplano su velivolo Breda S.C.4. e il 15 novembre quello di pilota militare su aereo Caproni Ca.100. Nominato sottotenente, il 15 gennaio 1934 entrò in servizio presso il 46º Gruppo 15º Stormo Bombardamento Terrestre venendo trattenuto in servizio a causa dello scoppio della guerra dEtiopia, e poi mandato in Libia, sullaeroporto di Castelbenito, il 16 giugno 1936. Rientrò in Italia il 30 gennaio 1938, ma il 5 febbraio successivo partì per la Spagna, per combattere nella guerra civile da cui tornò decorato con una prima Medaglia dargento al valor militare e il passaggio in servizio permanente effettivo per meriti di guerra.

Il 12 febbraio 1940 fu promosso capitano, e rientrato in servizio come comandante della 20ª Squadriglia del 15º Stormo, con il precipitare della situazione internazionale, il 17 aprile il reparto partì per lAfrica settentrionale equipaggiato con i bombardieri trimotori Savoia-Marchetti S.79 Sparviero, posizionandosi sullaeroporto di Tarhuna. Con lentrata in guerra del Regno dItalia, avvenuta il 10 giugno, lo stormo fu subito impegnato in unintensa attività bellica. Nel pomeriggio del 5 luglio lo stormo realizzò una nuova azione di bombardamento con bombe da 50 kg. Cinque S.79 della 21ª Squadriglia attaccarono il campo di volo di Tishdidia insieme ad altri sei S.79 della 54ª Squadriglia e sei S.79 della 20ª Squadriglia. Unora più tardi altri sei apparecchi della 53ª Squadriglia attaccarono il campo di Bir Enba. Tutti gli apparecchi tornarono alla base attribuendosi la distruzione di sei velivoli nemici a terra e di depositi di munizioni e combustibile. Il giorno successivo guidò dieci apparecchi dello stormo 21ª e 54ª Squadriglia che attaccarono nuovamente la base di Marsa Matrouh sganciando un centinaio di bombe da 50 kg. Il 31 ottobre viene rimpatriato e poi assegnato al 18º Stormo Bombardamento Terrestre, per passare poi al 37º Gruppo del 33º Stormo Bombardamento Terrestre dotato dei bombardieri Fiat BR.20 Cicogna con cui operò durante la campagna di Grecia e quella di Jugoslavia.

Nel luglio 1941 il 37º Gruppo fu assegnato al 18 Stormo Trasporto in fase di equipaggiamento con velivoli Savoia-Marchetti S.M.82 Marsupiale sullaeroporto di Aviano. Nel mese di novembre fu trasferito alla 224ª Squadriglia, 57º Gruppo sullaeroporto di Orvieto, ed entrato a far parte del 18º Stormo Trasporti, fu impiegato in attività di trasporto materiali e personale con lAfrica settentrionale, e con il peggiorare della situazione bellica in Libia lattività divenne intensissima. Dopo lo sbarco degli alleati in Algeria Operazione Torch le forze armate italo-tedesche risposero con lEsigenza T, cioè loccupazione della Tunisia. Il 24 novembre 1942 prese parte come capo equipaggio ad un aeroconvoglio di sette S.M.82 del 45° e 48º Stormo e della Sezione Autonoma T in volo da Castelvetrano a Tripoli senza scorta fu attaccato da 3 caccia Lockheed P-38 Lightning dellU.S. Army Air Forces a circa 40 km da Sfax. I velivoli variamente danneggiati riuscirono ad atterrare in prossimità della città, con a bordo 3 morti e 5 feriti, e furono tutti dichiarati irrecuperabili. Rimasto ferito, il 26 novembre si imbarcò su un bimotore da trasporto Caproni Ca.314 che decollò da Sfax per raggiungere lItalia, ma laereo scomparve sul Mar Mediterraneo, probabilmente abbattuto.

Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →