Топ-100
Indietro

ⓘ Enrico de Boccard



Enrico de Boccard
                                     

ⓘ Enrico de Boccard

Enrico de Boccard è stato un giornalista, scrittore e agente segreto italiano.

È noto per il romanzo Donne e mitra, annoverato fra i testi italiani più rappresentativi della "letteratura dei vinti" della seconda guerra mondiale i reduci della Repubblica Sociale Italiana; da alcuni ritenuto il migliore.

                                     

1. Biografia

Nacque in una famiglia aristocratica, da Rolland de Boccard e Paola de Constantin de Châteauneuf.

Già Guardia Nazionale Repubblicana di Salò, nel dopoguerra militò nei Fasci di Azione Rivoluzionaria, prendendo parte, tra laltro, allirruzione nella cabina Rai di Monte Mario, e, in quanto agente del SID, contribuì alla costituzione dei Nuclei per la difesa dello Stato, strutture paramilitari segrete legate agli ambienti della estrema destra. Collaborò al Popolo di Roma, Cronache italiane, Meridiano dItalia e con lo pseudonimo di Ebel de Monserrat alla rivista di fantascienza Mondi nuovi, su cui pubblicò, fra laltro, il racconto lungo Viaggio per Miranda.

Nel 1961 prese parte come generico, diretto da Indro Montanelli, a I sogni muoiono allalba ; mentre nel 1962 ebbe un ruolo vero e proprio in Oggi a Berlino di Piero Vivarelli. Nellaprile 1961 fu in gara con la canzone Il palloncino rosso musica di Ettore Lombardi al concorso canoro" Canzoni per lEuropa”, presentato da Nunzio Filogamo e organizzato dalla RAI con il Casinò di Saint Vincent e andato in onda alla radio sul Secondo Programma.

Nel 1965 partecipò con la relazione Lineamenti ed interpretazione storica della guerra rivoluzionaria al noto Convegno dellhotel Parco dei Principi, organizzato dallIstituto di studi militari Alberto Pollio, del quale fu cofondatore e presidente, a Roma. Fu inoltre tra i pochi destinatari della lettera-testamento di Junio Valerio Borghese.

Aristocratico avventuriero, tra gli anni sessanta e settanta collaborò a vari periodici di destra dellepoca come Lo Specchio, sul quale curò, con lo pseudonimo dannunziano di "Duca Minimo", la rubrica mondana Cronache Bizantine e scrisse recensioni letterarie; diresse il mensile di divulgazione scientifica Roger ; collaborò al Tempo di Roma, a Tuttoquotidiano e a Il Settimanale ; fondò la prima società di servizi televisivi, Telemega, e creò in collaborazione con Il Tempo, il primo telegiornale indipendente italiano, che venne chiuso a una settimana dallapertura dal Ministero delle poste.

Fra il 1969 e il 1971 diresse la collana di letteratura erotica Inferno per leditore Dellavalle di Torino. Collaboratore fisso di Playmen, sul noto periodico nel febbraio 1970 intervistò il filosofo tradizionalista Julius Evola, destando scalpore negli ambienti più conservatori della destra italiana. Per le edizioni di Playmen apparve anche il suo Dizionario della letteratura erotica 1977.

A lui si deve, inoltre, una" edizione critica” dei poemetti goliardici Processo di Sculacciabuchi e Ifigonia in Culide e la curatela di alcuni romanzi di Emilio Salgari per Fratelli Fabbri Editori.

A Roma, nel comprensorio Torresina, gli è stata dedicata una via.

                                     

2. Procedimenti giudiziari

Nel 1952 fu al centro di uno scandalo che ricevette grande risalto sulla stampa nazionale ed estera: ne parlarono anche il Der Spiegel e il TIME. In un articolo, sul Meridiano dItalia, criticò aspramente la pellicola Achtung! Banditi! di Carlo Lizzani, della quale salvava soltanto il "seno" de Boccard utilizzò il termine romanesco "zinna" della protagonista Gina Lollobrigida, la quale, offesa dallespressione che giudicò "volgare", querelò il giornalista e il direttore del Meridiano Franco Servello. In sua difesa, de Boccard sostenne che il termine era già stato usato, ad esempio, da scrittori famosi come Machiavelli. Il processo si concluse con la condanna di de Boccard e Servello a pagare unammenda alla Lollobrigida; i due vennero assolti in un secondo tempo dal Tribunale di Roma.

Nel 1955 fu processato per aver trafugato la "Pietra della pace", un cippo fatto realizzare dagli Stati Uniti in occasione dellArmistizio di Cassibile tra lItalia e gli Alleati; de Boccard rivendicò il gesto affermando:

                                     

3. Opere

  • Enrico de Boccard, Dizionario della letteratura erotica: le opere e gli autori, Milano, Playmen; Tattilo, 1977.
  • Enrico de Boccard, Donne e mitra, Roma, LArnia, 1950. Riedito come: Le donne non ci vogliono più bene: romanzo, introduzione di Gianfranco de Turris, Andria, Sveva, 1995.
  • Enrico de Boccard, Il passo dei repubblichini, presentazione di Francesco Perfetti, Firenze, Le Lettere, 2006.
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →