Топ-100
Indietro

ⓘ Ioan Ploscaru



                                     

ⓘ Ioan Ploscaru

Il 21 novembre 1948 papa Pio XII lo nominò vescovo ausiliare di Maramureș e titolare di Trapezopoli. Ricevette lordinazione episcopale in segreto il 30 dello stesso mese nella cappella della nunziatura apostolica di Bucarest dal vescovo di Savannah-Atlanta Gerald Patrick Aloysius OHara, reggente della nunziatura, coconsacrante larcivescovo metropolita di Bucarest Alexandru Theodor Cisar. Alla cerimonia era presente anche il futuro cardinale Guido Del Mestri, allora segretario di nunziatura.

Un giorno dopo, il 1º dicembre 1948, il regime comunista mise fuori legge la Chiesa greco-cattolica rumena. Monsignor Ploscaru venne arrestato senza mandato darresto il 29 agosto successivo e rimase sotto custodia cautelare fino all8 dicembre dello stesso anno. Il 27 ottobre 1950 venne arrestato nuovamente e condotto nel carcere di Sighetu Marmației. Era vicino di cella di monsignor Anton Durcovici, morto il 10 dicembre 1951. Venne liberato nel 1955 e nuovamente arrestato il 15 agosto 1956, nellambito di una nuova campagna di arresti. Fu processato nel 1957 e condannato a un totale di 15 anni di carcere per tradimento e complotto contro lordine sociale. Nella sua autobiografia descrisse le atrocità le torture subite. Venne rilasciato il 4 agosto 1964 dal carcere di Gherla dopo unamnistia, in un gruppo comprendente tra gli altri, padre Pompeiu Onofreiu di Sibiu. Trovò lavoro ma venne costantemente perseguito fino al 1989. Nel 1975 era in preparazione un nuovo processo contro di lui ma le autorità comuniste vi rinunciarono. A causa del terrore comunista, monsignor Ploscaru non fu grado di operare come capo delleparchia di Lugoj fino alla fine del 1989.

Nel 1990, grazie a un accordo con il metropolita ortodosso Nicolae Corneanu, monsignor Ploscaru fu il primo vescovo a prendere possesso della sua cattedrale dalla fine del regime comunista. Come stabilito dalla legge, la cattedrale dello Spirito Santo di Lugoj e diverse altre chiese furono restituite alla Chiesa greco-cattolica rumena. Il 21 gennaio 1990 celebrò la sua prima messa nella cattedrale di Lugoj dopo le persecuzioni comuniste.

Il 14 marzo 1990 papa Giovanni Paolo II lo nominò eparca di Lugoj.

Il 20 novembre 1995 papa Giovanni Paolo II accettò la sua rinuncia al governo pastorale delleparchia e lo elevò alla dignità arciepiscopale.

Morì a Lugoj il 31 luglio 1998. È sepolto nella cripta della cattedrale dello Spirito Santo di Lugoj.

                                     

1. Opere

  • Răstigniți cu Cristos, 1996, ISBN 973-574-623-9
  • Catene e terrore. Un vescovo clandestino greco-cattolico nella persecuzione comunista in Romania, tradotto in italiano da Mariana Ghergu Giuseppe Munarini, a cura di Marco Dalla Tore, Edizioni Dehoniane, Bologna, 2013, 480 pag. ISBN 9788810104897
  • Icoana Maicii Sfinte de la Scăiuș, ediția a III-a, Casa de Editură "Viața Creștină", Cluj, 2003
  • Scurta istorie a Bisericii Romane, Editura "Galaxia Gutenberg", Targu Lapus, 2008, ISBN 978-973-141-095-1
  • Lanțuri și teroare, Editura Signata, Timișoara, 1993, ISBN 973-551-028-6
  • Biblia răspunde, 2ª edizione, Casa de Editură "Viața Creștină", Cluj, 1993
  • Urmele lui Dumnezeu, ISBN 973-574-471-6
                                     

2. Genealogia episcopale

  • Cardinale Dennis Joseph Dougherty
  • Arcivescovo Manuel Quintano Bonifaz
  • Cardinale Francesco Satolli
  • Vescovo Gerald Patrick Aloysius OHara
  • Cardinale Enrico Enriquez
  • Cardinale Scipione Rebiba
  • Papa Benedetto XIII
  • Cardinale Girolamo Bernerio, O.P.
  • Papa Pio VIII
  • Cardinale Luigi Caetani
  • Cardinale Giuseppe Maria Doria Pamphilj
  • Papa Pio IX
  • Cardinale Paluzzo Paluzzi Altieri degli Albertoni
  • Cardinale Raffaele Monaco La Valletta
  • Arcivescovo Galeazzo Sanvitale
  • Arcivescovo Ioan Ploscaru
  • Papa Benedetto XIV
  • Cardinale Ludovico Ludovisi
  • Cardinale Buenaventura Córdoba Espinosa de la Cerda
  • Cardinale Ulderico Carpegna
  • Cardinale Giulio Antonio Santori
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →