Топ-100
Indietro

ⓘ Giorgio Bombonati



                                     

ⓘ Giorgio Bombonati

Giorgio Bombonati è stato un aviatore e militare italiano, decorato di Medaglia doro al valor militare alla memoria durante il corso della guerra dEtiopia.

                                     

1. Biografia

Nacque a Borgo San Giorgio, Ferrara il 25 aprile 1908. Arruolatosi volontario nella Regia Aeronautica nel luglio 1926, divenne primo aviere nel 1927, e sergente nel 1928, quando fu assegnato al 19º Stormo Ricognizione Terrestre. Nel giugno 1929 venne mandato in Cirenaica, al fine di partecipare alla grandi operazioni di polizia coloniale che dovevano ristabilire il controllo italiano sull’intera Libia. Vi rimase per i successivi cinque anni, partecipando alle operazioni belliche che portarono all’occupazione dell’oasi di Cufra. Rientrato in Patria nel1933, decorato di una Medaglia dargento, una di bronzo e con la Croce di guerra al valor militare, fu destinato a prestare servizio presso il 14º Stormo Bombardamento Terrestre. Con l’approssimarsi dell’inizio delle ostilità con il Regno d’Etiopia, si sottopose ad un intervento chirurgico per ottenere l’idoneità al servizio in Africa orientale. Nel corso del 1935 partì per la colonia con il grado di maresciallo, arrivando a Massaua il 9 ottobre. Nel corso della campagna fu decorato con una seconda Medaglia dargento al valor militare.

                                     

1.1. Biografia La morte

Il 26 giugno 1936 decollò dal campo daviazione di Addis Abeba insieme al generale Vincenzo Magliocco che comandava una squadriglia formata da due bombardieri Ca.133 e un ricognitore Ro.1, avente rotta per Lekempti con il compito di contattare alcuni capi locali e di assicurarne la fedeltà alla Corona italiana. Il primo velivolo era pilotato personalmente da lui, mentre il secondo era al comando di Antonio Locatelli. Una volta atterrati sul campo di Bonaia i tre equipaggi organizzarono un accampamento di fortuna intorno ai velivoli, ma la notte del 27 vennero assaliti da un gruppo di arbegnuoc, i guerriglieri etiopi, guidati da Keflè Nasibù e Belai Haileab. Tutti i membri della spedizione, tranne il tenente cappellano Marco Borello, il 1º aviere Alberto Agostini e i due interpreti indigeni, rimasero uccisi e i tre aerei incendiati. Laviere Alberto Agostini fu ucciso successivamente in un nuovo scontro con gli etiopi.

I resti dei tre aerei furono avvistati da un velivolo italiano pilotato dal capitano Mario Bonzano il giorno successivo. Il relitto di uno dei due Ca.133 fu trasformato successivamente in un monumento ai caduti. Per onorarne il coraggio dei membri della missione fu decretata per tutti la concessione della Medaglia doro al valor militare alla memoria.

Una scuola primaria di Ferrara porta il suo nome, decorata sulla facciata da un bassorilievo a lui dedicato opera del 1936 dellartista Enzo Nenci.

Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →