Топ-100
Indietro

ⓘ Gianni-Emilio Simonetti



                                     

ⓘ Gianni-Emilio Simonetti

Esponente del situazionismo in Italia, trapartecipa al movimento artistico Fluxus, è autore di numerosi testi di impegno teorico in campo artistico, politico e sociale.

Ha pubblicato anche con alcuni pseudonimi, tra i quali, in particolare, quello di Bernard Rosenthal. Alcuni altri pseudonimi, utilizzati in diversi contesti, lelenco non è esaustivo sono: Rara Bloom, Giuseppe Bessarione, Katharina di Nieuwerve.

Nel 1964, insieme a Giuseppe Chiari, realizza la mostra "Gesto e Segno" presso la Galleria Blu di Milano. Da allora sarà tra i protagonisti del movimento Fluxus in Italia. In contatto con George Maciunas, fondatore e teorico di Fluxus, tra i più politicamente impegnati del gruppo, sarà promotore di numerosi eventi e concerti Fluxus in Italia. Da allora ad oggi ha mantenuto viva questa esperienza, rinnovandola in rievocazioni o rielaborazioni dei concerti Fluxus, con una forte impronta cageana, sia in Italia che allestero.

Lanno successivo, influenzato dalle ricerche di John Cage, inizia a comporre "Mutica Musica Muta", serie di diciassette partiture visuali. La sua partitura "ANalyse du vir.age" 1967 sarà inclusa nel libro-catalogo "Notations", curato da John Cage e Alison Knowles e dedicato alle sperimentazioni nel campo della notazione musicale.

Nel 1965, con Gianni Sassi, Daniela Palazzoli e Sergio Albergoni, apre la casa editrice ED912, con cui pubblica la prima antologia italiana di testi dellInternazionale Situazionista e si fa promotore della conoscenza di Fluxus in Italia.

Nel 1966, con Gianni Sassi e Daniela Palazzoli, fonda "B°t" citata anche come "Bt" o "Bit"), rivista dedicata alle arti visive.

Dal 1971 è direttore editoriale della casa editrice Arcana fondata a Roma da Raimondo Biffi.

Dei primi anni 70 è anche linteresse per la sperimentazione di regia teatrale e cinematografia davanguardia.

Negli anni 70 partecipa allesperienza della Cramps Records di Gianni Sassi, per cui dirige la collana "Nova Musicha".

Nel 1978 partecipa alla Biennale di Venezia "From Nature to Art, from Art to Nature".

Allinterno di questa esperienza avviene lincontro con Demetrio Stratos e il gruppo musicale Area per i quali sarà ispiratore e autore di testi e copertine. Negli anni dedicherà alcuni saggi alle ricerche sulla voce di Demetrio Stratos. Simonetti compare in alcune scene "oniriche" del film-documentario La voce Stratos 2009 di Luciano DOnofrio e Monica Affatato.

Linteresse per la cultura materiale lo porta a ideare la rivista "La Gola" "Mensile del cibo e delle tecniche di vita materiale", di cui uscirà il primo numero nel 1982. Nellarco degli anni pubblicherà numerosi libri mescolando documentazione storica, riflessione filosofica, invenzione narrativa e cultura materiale. Alcuni usciranno anonimi o sotto pseudonimo Katharina di Nieuwerve, ma tutti pubblicati dalleditore DeriveApprodi.

Nel 1993 partecipa ancora alla Biennale di Venezia "Punti cardinali dellarte".

Dal 1994 concentra la riflessione teorica sulle tematiche della "artificazione": "qui ci troviamo di fronte al massimo fallimento delle illusioni dell’arte che voleva essere concettuale e non ci è riuscita proprio per via dellartificazione”.

Il suo interesse per le ricerche in campo psichiatrico lo porta a creare un "Laboratorio di arte terapia" presso la Psichiatria del Verbano, in provincia di Varese. Le riflessioni maturate attorno a questa esperienza sfoceranno, tra laltro, nella pubblicazione del libro "La funzione sociale dellarte e la follia: medicalizzare lalterità".

Nel 2017, lintero archivio di Gianni-Emilio Simonetti, dal 1962 al 2016 circa, è stato acquisito dalla Beinecke Library della Yale University

                                     

1.1. Opere Arte: testi, manifesti e cataloghi

  • A little Fluxus cookbook. In memoriam of Jurgis Maciunas., Molvena, Fondazione Bonotto, 2014.
  • Introduzione a "Appena un racconto: romanzo." di António Pedro, Verona, Colpo di fulmine, 1995.
  • Attraverso larte: pratica politica-pagare il 68, Roma, Arcana, 1976, AA.VV.
  • Fluxus-Box, 2010. A cura di Adriano Accattino, Lorena Giuranna, Gianni-Emilio Simonetti. Pubblicato in occasione della Mostra tenuta presso il Museo della Carale Accattino di Ivrea nel 2010.
  • Originali multipli/ED912 MMMULTIPLESS / Valerio Adami, Alighiero Boetti, Aldo Mondino, Ugo Nespoli, Giulio Paolini, Gianfranco Pardi, Paolo Scheggi, Gianni-Emilio Simonetti, Emilio Tadini, Renato Volpini, Milano, Ed 912 Edizioni di Cultura Contemporanea, 1967. 123 esemplari numerati e firmati.
  • Gianni Emilio Simonetti, Genova, Galleria La Bertesca, 1967. Publicato in occasione della mostra, maggio-giugno 1967.
  • Simonetti: gennaio 66, Milano, Galleria Apollinaire, 1966. Manifesto per la mostra alla Galleria Apollinaire.
  • M. Mussio, G. E. Simonetti: Duemila Galleria darte contemporanea, Bologna. 1967. Testi di Arturo Schwarz, Gillo Dorfles. Mostra tenuta dal 26 ottobre all8 novembre 1967.
  • Alburni, Genova: Masnata, 1994. 500 esemplari numerati.
  • Gianni Emilio Simonetti: tel.l quel.le ed altre immagini, Milano: Galleria Schwarz, 1967. Testo di Gillo Dorfles. Per la mostra tenuta a Milano dal 15 febbraio al 15 marzo 1967.
  • Pagine da "Emmeti", 1966?, con Luigi Squarzina Estr. da: Marcatré, n. 19/22 aprile 1966)
  • Gianni Emilio Simonetti: opere scelte 1964-2017., Bergamo, Galleria Conceptual, 2017.
  • Towards a cold poetic image: Arakawa, Baruchello, Bauermeister, Brecht, Fahlström, Reuterswaerd, Simonetti, Milano, Schwarz, 1967. Presentazione di Arturo Schwarz. Testi di Gillo Dorfles, Daniela Palazzoli. Catalogo della mostra collettiva tenuta a Milano, 13 giugno-30 settembre 1967.
  • Memorandum, Milano, Galleria Conceptual, 2018. Libro dartista.
  • Simonetti: dal 16 marzo 1967, Torino, Il punto, 1967. Catalogo della Mostra tenuta a Torino.
  • Gianni Emilio Simonetti: a page from: annalyse du vir.age, a cura di, Genova, Masnata/Trentalance, 1967. Edito in occasione della mostra alla Galleria Bertesca di Genova, maggio/giugno 1967.
  • Gianni-Emilio Simonetti: il corpo il suo dintorno, anche. Galleria Schwarz Milano. Milano, Edizioni di Cultura Contemporanea, 1969.
  • Music & cisum 1997, Verona, Archivio europeo del cinema e del video dartista, 1997. Testi Sarenco e Gianni-Emilio Simonetti; musica e fisarmonica Corrado Rojac; mezzosoprano Eva Mabellini. Ideazione Sarenco.
                                     

1.2. Opere Arte: opere cinematografiche e video

  • Drinking a young woman in a dutch courtyard, A musical tribute to Pieter de Hooch, VisualMusicScore for two or more performers, 2015 in 2 parti
  • An Ewent Sound, Visual Music Score, 2016
  • IRACNABIFARG - Apofenie, Visual Music Score, 2016
  • The seamstress patched The Life and Music of Herr Teufelsdröckh, Visual Music Score, 2016
  • Spaghetti Sauce, "anno Fluxus 2014: Remembering Emmett Williams and Robert Filliou", 2014
  • Fluxus Homme.Age to Wolf Vostell, 2015 in 3 parti
  • Teoria e pratica dellarchitettura spontanea, 1971.
  • Essa non ha quasi sangue abbastanza perché una spada colpevole per causa sua arrossisca Sesto San Giovanni, Milano, 2014. Documentazione della performance realizzata durante levento "Sixto/Notes 1977/2014", presso Farmacia Wurmkos, laboratorio darte visiva.
                                     

1.3. Opere Arte: scritti teorici

  • Glosse a Larte moderna dopo le avanguardie storiche, Genova, Masnata, 1996.
  • Attraversare la notte. Una conversazione "around the Fluxus" di Angela Madesani con Gianni-Emilio Simonetti., Genova, Il Canneto, 2018.
  • Critica dellorecchio: osservazioni sullideologia della cultura e della musica, in particolare, Milano, Multhipla, 1975.
  • Larte moderna dopo le avanguardie storiche, Genova, Masnata, 1995.
  • Intervalli: I modi desserci della consonanza in musica. Divenire temporale e dispotismo compositivo., Milano, Cramps Records, 1996.
  • L’altro dipinto. Opere del circuito psichiatrico, 1999. A cura di Giovanni Castaldi, Angela Ceriotti, Martina Corgnati, Gianni-Emilio Simonetti.
  • Zuppa e pan bagnato: la nozione di détournement, Genova, Libreria Sileno, 1974. Prefazione di Carlo Romano. A cura di Atelier Bizzarro.
  • Dire nimporte quoi in "Fatticità dellarte: il fare artistico tra etica e tecnica", Roma, Derive Approdi, 2001.
  • Hyde Park, Allegato al disco "Cantare le voce / Demetrio Stratos", Milano, Cramps records, 1978.


                                     

1.4. Opere Testi politico-sociali

  • Agguati, Genova, Graphos, 1992.
  • Lagonia e i suoi sarti. 1968-1998: le ragioni dellassalto e quelle della resa., Roma, DeriveApprodi, 1998.
  • Introduzione La funzione sociale del delitto / Cesare Lombroso, Roma, Quaderni di futilità, 1981. 230 esemplari numerati.
  • .Ma lamor mio non muore: origini, documenti, strategie della cultura alternativa, e dellunderground in Italia, Roma, Arcana, 1971.
  • Di qualche tecnica di raccolta delle virgole della cronaca per fare il punto sulla preistoria: le origini dellInternazionale situazionista., Milano, Multhipla, 1975.
  • La domesticazione sociale: sulla modernità e il disagio che la governa., Roma, DeriveApprodi, 2003.
  • Autopsia della storia: la forma spettacolo le sue ideologie nel crepuscolo del politico., Milano, La Salamandra, 1979. Con lo pseudonimo di Bernard Rosenthal.
  • Banalità di base: distanza dalla politica e differenza critica: saggio sul ritorno della questione sociale., Milano, Multipla, 1976. Con lo pseudonimo di Bernard Rosenthal.
  • Miseria della politica. Risposta alla politica della miseria delle ideologie correnti., Milano, La Pietra, 1978. Con lo pseudonimo di Bernard Rosenthal.
  • La funzione sociale dellarte e la follia: medicalizzare lalterità., Roma, DeriveApprodi, 2001.
  • Dalla causa alla cosa della rivoluzione: Soggettività della cultura alternativa giovanile e movimento reale del proletariato, Roma, Arcana, 1973.
  • Introduzione a Pop story: suite per consumismo, pazzia e contraddizioni di Riccardo Bertoncelli, Roma, Arcana, 1973.
  • La Critica ein anderer Schauplatz: rapporti di stato e di moto fra critica, teoria e violenza: note a margine., Milano, Multhipla, 1975.
  • Contro lideologia del politico: alcune ossevazioni sulla critica radicale e i suoi abusi. Abbozzo lemmatico., Milano, 1974.
  • Fine delle utopie sul buon governo. Le politiche della repressione le nuove forme di domesticazione sociale, Roma, Arcana, 1979. Con lo pseudonimo di Bernard Rosenthal.
                                     

1.5. Opere Testi di cultura materiale

  • La suonatrice di theremin. Linsurrezione di Kronshtadt nei ricordi di Anastasija S. musicista e cuoca., Roma, DeriveApprodi, 2007.
  • Le figure del godimento. Cultura materiale e arti cucinarie., Roma, DeriveApprodi, 2008.
  • La cuoca di Buenaventura Durruti. La cucina spagnola al tempo della guerra civile: ricette e ricordi., Roma, DeriveApprodi, 2002. Prefazione di Luigi Veronelli.
  • La vivandiera di Montélimar. Il secolo delle rivolte logiche e la nascita della cucina moderna nelle memorie di una pétroleuse., Roma, DeriveApprodi, 2004.
  • La sostanza del desiderio. Cibo, piacere e cerimonie., Roma, DeriveApprodi, 2005.
  • Viaggio cucinario nellimmaginario materiale., Roma, DeriveApprodi, 2009. Pubblicato con lo pseudonimo di Katharina di Nieuwerve e postfazione di Gianni-Emilio Simonetti.
  • Fuoco amico. Il food-design e lavventura del cibo tra sapori e saperi., Roma, DeriveApprodi, 2010. Con la collaborazione di Patrizia Grazioli, Katharina di Nieuwerve, Elena Vannini.
  • La cucina impudica: le ricette segrete di una donna di mondo rivelate a chi intenda diventarlo., Roma, DeriveApprodi, 2001. Prefazione di Luigi Veronelli.
  • La cuoca rossa. Storia di una cellula spartachista al Bauhaus di Weimar. Con un ricettario di cucina tedesca., Roma, DeriveApprodi, 2003. Prefazione di Luigi Veronelli.
                                     

2. Mostre personali

  • Embassy Gallery, Toronto, 1988
  • Galeria Arte Nuevo, Madrid, 1982
  • Galleria Shwartz, Milano, 1969
  • Galleria La Bertesca, Genova, 1969
  • Galleria Bonino, New York, 1970
  • Galleria Schwarz, Milano, 1967
  • Gesto e Segno, insieme a Giuseppe Chiari, Galleria Blu di Milano, 1964
  • Galleria Il Punto, Torino, 1967
  • Galleria Le Zodiaque, Bruxelles, 1967
  • Galleria Apollinaire, Milano, 1966
  • Keller Galerie, Baden Baden, 1975
  • Mercato del Sale, Milano, 1991
  • Galerie 66, Stuttgart, 1978
  • Galleria La Bertesca, Genova, 1967
  • Galleria Le Minotaure, Parigi, 1973
                                     

3. Mostre collettive

  • Sitrs, Museum of Contemporary Arts, Tokio, 1986
  • Arte contemporanea italiana, Haags Gemeentemuseum, L’Aia, 1967
  • Carnegie International, Pittsburg, 1967
  • Art concepts from Europa,Gall.Bonino, New York, 1969
  • The small Utopia. Ars Moltiplicata, Fondazione Prada, Ca’ Corner della Regina, Venezia, 2012
  • Dada 1916-1966, Civico Padiglione d’Arte Contemporanea, Milano, 1966
  • Art from Italy, Musée des Beaux Arts, Montreal, 1975
  • Ubi fluxus ibi motus 1990-1962, Ex Granai della Repubblica alle Zitelle, Venezia, 1990
  • VIII Biennale di Parigi, Parigi, 1973
  • Pictures to be read, poetry to be seen, Museum of Contemporary Art, Chicago, 1967
  • DIAS-Destruction in art symposium, Londra, 1966
  • Le collage, Kunstverein, Frankfurt, 1968
  • Visual Poetry, Finch Museum, New York, 1973
  • Op Losse Schreeven, Steadelijk Museum, Amsterdam, 1969


                                     

4. Performance - Concerti Fluxus

  • Concert Fluxus, Zagabria, Casa dello Studente, 1969
  • Concert Fluxus, Torino, Teatro Stabile, 1967
  • A little Fluxconcert, Trieste, Kleine Berlin, 1978
  • Gesto e segno, Milano, Galleria Blu, 1964
  • Fluxus Events: An Anthology I & II and FluxDinner, Venezia, Fondazione Prada, 2012
  • Concert Fluxus, Parma, Libreria Feltrinelli, 1968
  • Concert Fluxus, Lugano, International Art Club, 1967
  • Concert Fluxus, dai Diari dei Naufraghi della Medusa, Parigi, Cimetière du Père-Lachaise, 1970
  • Fluxus Concert, Ivrea, Museo della Carale, 2012
  • Concert Fluxus, Bassano del Grappa, nellambito di" Sentieri Interrotti”, 2000
  • Concert Fluxus, Gallarate, Villa Cuccirelli, 1967
  • Concert Fluxus, Milano, Teatro La Piccola Commenda, 1967
  • Concert Fluxus, Lugano, International Art Club, 1970
  • Concert Fluxus, Milano, Libreria Rinascita, 1967
  • Concerto Fluxus per aquiloni, Rieti, Campo Imperatore Terminillo, 1966
  • Fluxus multitasking concert, Gallarate, Museo Ma.Ga., 2015
  • Drinking a young woman in., Gallarate, Museo Ma.Ga., 2015
  • Concert Fluxus, Modena, Libreria La Rinascita, 1967
  • Concert Fluxus per teli segnali e vento, Belgrado, Belgrade Airport, 1970.
  • Concert Fluxus. Concerto per musica non strumentale Terra, Acqua, Fuoco, Vento e Elettricità, Trieste. Centro Ricerche e sperimentazioni audiovisive La Cappella, 1969
  • Concert Fluxus, Genova, Galleria La Bertesca, 1969
  • A little Anthological Fluxconcert, Genova, Sharevolution Art Gallery, 2017
  • A Fluxevent, Milano, Galleria Conceptual, 2018
  • Flux Concert, Roma, Teatro Dionisio, 1967
  • Fluxus Concert, Chiasso, M.A.X. Museo, nell’ambito di" Fluxus. Una rivoluzione creativa: 1962-2012”, 2012
  • The Female side of FluxusMusic. The Concert., Reggio Emilia, Fondazione Palazzo Magnani, 2013
  • Fluxfood Concert in Venice. A Multitasking performance., Venezia, Palazzo Mora, nellambito della Venice International Performance Art Week, 2014
  • Fluxus in Paris. Rereading John Cage, Parigi, Centre Pompidou, 2018
                                     

5. Incisioni audio

  • Drinking A Young Woman In A Dutch Courtyard - Pt. 1, in Gianni-Emilio Simonetti / Kommissar Hjuler / Anna Homler & Ethan James / Emil Siemeister – Fluxus, Germany, 2016? Psych.KG 335.
  • Gianni-Emilio Simonetti An Ewent Sound - Visual Music Score, in Gianni-Emilio Simonetti / Kommissar Hjuler / Magnús Pálsson – 7 Fluxus Assemblages by Simonetti & KHj, Germany, 2016 Psych.KG 347/fluxus
  • Performer di "Music for amplified toy pianos" e "Radio Music" insieme a Juan Hidalgo e Walter Marchetti e di 433", in Nova Musicha n.1 - John Cage, Cramps Records, 1975.
  • IRACNABIFARG Apofenie, in Gianni-Emilio Simonetti / Philip Krumm / Mama Bär FLUXUS, Germany, 2016 Psych.KG 355
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →