Топ-100
Indietro

ⓘ Noli me tangere



Noli me tangere
                                     

ⓘ Noli me tangere

La locuzione noli me tangere, contenuta in questa forma nella traduzione della Vulgata del Vangelo secondo Giovanni 20.17, è attribuita a Gesù, che lavrebbe rivolta a Maria Maddalena subito dopo la risurrezione; ma ha sollevato qualche dubbio leventuale ragione di questa presa di distanza e pertanto più duno fra gli esegeti ha mostrato perplessità. Le moderne traduzioni della Bibbia, invece di non mi toccare, traducono non mi trattenere. Tale nuova interpretazione è, probabilmente, più aderente alla lettera del Vangelo secondo Giovanni, originariamente scritto in greco, dove è riportata come Μή μου ἅπτου mê mou haptou.

La frase attribuita a Gesù fu un tema ricorrente delliconografia dal tardo Medioevo al rinascimento e ispirò diversi pittori, da Duccio di Buoninsegna a Paolo Veronese a Giovanni Antonio de Sacchis in Italia, da Hans Memling a Hans Holbein il Giovane in area fiamminga e tedesca. Gesù spesso è raffigurato con una vanga in braccio. Questa iconografia deriva dal Vangelo di Giovanni. Nel racconto di Giovanni la Maddalena è sgomenta nei pressi del sepolcro vuoto e quando Gesù appare non lo riconosce immediatamente, ma lo scambia per "il custode del giardino" nella traduzione CEI; la vanga descrive la svista della Maddalena.

                                     

1. Nella cultura moderna

  • Noli me tangere è il titolo di un romanzo dello scrittore, patriota e martire filippino José Rizal 1861-1896, giustiziato a Manila dalle autorità spagnole; fu pubblicato per la prima volta nel 1887 a Berlino.
  • Esiste una pianta medicinale della famiglia delle Balsaminaceae detta comunemente "Erba impazienza, barsamina, noli me tangere", la cui singolare caratteristica, se toccata, è di "sparare" i semi nel terreno circostante, allo stesso modo del cocomero asinino. Unaltra pianta, la Mimosa pudica, viene comunemente detta "noli me tangere" perché, se toccate, le foglie si ripiegano su sé stesse.
  • Nella psicoanalisi, in antropologia e in sociologia, la locuzione noli me tangere è usata per identificare espressivamente il tabù del contatto, cioè quella diffusa condizione di istintiva ripulsa del contatto fisico interpersonale che spesso si traduce in un divieto morale un tabù, appunto.
  • Nel parlare corrente la locuzione ricorre oggi con minore frequenza rispetto al passato, quando veniva usata con un sottinteso di minaccia per scoraggiare in senso figurato qualsiasi tentativo di nuocere a chi la pronunziava.
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →